Il Presidente Marcello Pittella nomina la nuova giunta

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha firmato questa mattina i decreti di nomina dei nuovi componenti della Giunta.
Del nuovo esecutivo regionale fanno parte:

Franconi-Flavia-eps-Flavia Franconi con delega alle Politiche per la persona, Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Firenze con 110/110 e lode. Specializzazione in Psichiatria presso l’Università di Firenze. 70/70. Inviting Professor presso la Johnson Foundation, University of Pennsylvania. Professore Ordinario di Farmacologica Cellulare e Molecolare della Facoltà di Farmacia dell’Università di Sassari dal 1986. Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Farmacologia di Genere dell’Università di Sassari.  Coordinatore Della Summer School in Gender Medicine – Sasssari 19-22 Settembre 2011  con Consorzio EUGIM Master in Gender Medicine – Finanziato EU. Coordina il Laboratorio Di Medicina di Genere dell’Istituto nazionale e biostrutture e biosistemi, il primo laboratorio italiano specificatamente dedicato alla medicina di genere

 

raffaele liberaliRaffaele Liberali, in qualità di assessore alle Politiche per lo sviluppo, lavoro, formazione e ricerca,

ricopre l’incarico di Capo Dipartimento del MIUR per l’Università, l’AFAM e la Ricerca.

 

 

 

 

ottatiMichele Ottati, in qualità di assessore alle Politiche agricole e forestali, ricopre l’incarico di Capo Unità Commissione Europea direzione generale Agricoltura al Parlamento Europeo.

 

 

 

 

aldo berlinguerAldo Berlinguer, con delega all’ambiente, territorio, infrastrutture, opere pubbliche e trasporti.  E’ un avvocato cassazionista di Siena che ha pubblicato monografie e studi su diritto commerciale e comparato dell’Unione europea.

 

 

 

 

 

marcelloIl Presidente terrà per sé le deleghe agli Affari Istituzionali, alla Protezione civile, alla cultura, al turismo, alla programmazione e alle finanze.
“La Basilicata ha bisogno di volare alto, e di agganciare l’Europa con la sua programmazione 2014-2020. Ha bisogno di persone che garantiscano alla nostra regione visione, esperienza, talento e slancio internazionale per affrontare e risolvere le emergenze e proiettarsi verso il futuro. Esistono e sono molte, anche in Basilicata, intelligenze ed eccellenze da spendere, ma questa volta occorreva superare ogni provincialismo. Da uomo di partito ho lavorato per nominare una giunta con il concorso di tutti i gruppi – ha spiegato il governatore lucano – cercando la sintesi più avanzata tra quelle in campo ma ho dovuto registrare una impraticabilità in questo senso”. “Sono convinto, però – ha proseguito il presidente Pittella – che la scelta di nominare una giunta che premi merito e competenze intercetti il messaggio consegnatomi dai cittadini lucani con il voto delle primarie prima e delle elezioni poi. Ho voluto far valere le mie prerogative di presidente, non potendo delegare a nessuno questa assunzione di responsabilità e l’ho fatto con l’animo sereno di chi sa di aver scelto nell’esclusivo interesse della mia comunità. Sono, inoltre, certo che l’intera maggioranza condividerà questo approccio avanzato e sarà al mio fianco in questa strada che punta al rinnovamento”.
“Nessuna rivoluzione si realizza in un giorno, né tantomeno solo con la nomina di personalità eccellenti alla guida di un governo. Un vero cambiamento passa attraverso la ristrutturazione complessiva della macchina amministrativa, con la riduzione degli assessorati e l’accorpamento delle deleghe, ma passa soprattutto dalle grandi riforme e da un nuovo ruolo che la Basilicata deve assumere a livello nazionale puntando sulle proprie risorse naturali. Passa attraverso un percorso che sono sicuro di aver già intrapreso attraverso scelte nette che vanno nella direzione della spending review, del risparmio e del contenimento della spesa in tutti i sensi. Ed è guardando a queste scelte, a questi fatti concreti – ha concluso il presidente lucano – che chiedo ai cittadini di stare dalla mia parte”.

fonte: www.basilicatanet.it

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi