Il prof. Adriano Redler: Policlinico Umberto I

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Medico famoso per scoprire “il male”

142_foto_141“Con le buone maniere si ottiene tutto” recita un proverbio ormai dimenticato. Per buone maniere si intende gentilezza, rispetto, buona educazione. Il suo andirivieni  con il camice verde,tra un intervento e l’altro, mi imponevano di pazientare e attendere per incontrare il Prof. REDLER Direttore del Dipartimento ordinario di chirurgia generale, nonché Preside della Facoltà di Medicina di Odontoiatria dell’Università di Roma.

Prof. REDLER, Lei ha eseguito circa 20.000 interventi di chirurgia generale oncologica e specialistica in elezione ed in urgenza di primissima rilevanza, cos’è la ricerca scientifica in oncologia

Dare una definizione sintetica non è semplice, perché la ricerca, in modo particolare quella del cancro, si compone di diverse aree strettamente collegate tra di loro e ognuna fondamentale per centrare l’obiettivo finale per migliorare la terapia del tumore. In linea di massima, la ricerca presuppone la raccolta di informazioni, fare esperimenti e interpretare i risultati attraverso percorsi ben definiti per poter giungere a un risultato concreto.

Il Policlinico Umberto 1 è a Roma uno dei Centri che hanno un percorso privilegiato, cioè che partono dalla diagnosi e arrivano a quelle che sono le terapie estreme, quali il trapianto del fegato. Quali sono le opzioni terapeutiche?

Per questo tumore, che ha avuto una crescita di circa l’8% in pochi anni, esistono moltissime opzioni terapeutiche,chirurgiche, epatologiche, oncologiche e altre ancora, che sono da coordinare per guidare il paziente, evitando il rischio che venga offerta quella più semplice, ma non necessariamente la migliore.

adriano-redler8Professore, ci vuole illustrare cos’è il Pass Rosa che ha inventato nel Suo Reparto ?

Il progetto –pilota, cosi detto  Pass Rosa, partito nel 2011, ha avuto un grande successo, al ritmo di 8 persone esaminate al giorno. Soltanto nel 2013 oltre 1100 hanno fatto il Pass Rosa e nell’1 per cento dei casi sono stati individuati ed asportati tumori al seno e alla tiroide. Lo screening per prevenire malattie oncologiche e socialmente rilevanti, prevede tre visite specialistiche, una ecografia al seno e un ecocolordoppler nello stesso pomeriggio. L’altra iniziativa, quella della Week Surgey che sta diventando un esempio da imitare in altre strutture nazionali. Ho diviso in due il Reparto e messo in una metà solo casi a breve degenza, che vengono operati e curati nel giro di pochi giorni per avere una continua rotazione di pazienti e chiudere per fine settimana. C’è un notevole risparmio di costi per personale e spese alberghiere, mentre la qualità resta alta.

Ci separiamo con il Prof. Redler con una stretta di mano, formulando auguri di ulteriori successi.

                                                                                            

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi