Elezioni del Consiglio Regionale:l’iter del contenzioso elettorale Cupparo/Pace.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

5880_1023586088938_2714122_nIl sig.   Romano Cupparo, in qualità di cittadino  elettore e candidato a consigliere regionale  della lista provinciale n. 10 ( PDL) all’elezione del 17 e 18 novembre, ha presentato al  TAR di  Basilicata ricorso  tendente all’annullamento delle operazionielettorali della 3ª sezione del comune di Filiano.

I fatti contestati sono:

1).-Alla lista provinciale n. 10 ( PDL) sono stati attribuiti 107 voti, mentre il totale dei voti di preferenza  attribuiti ai candidati  della medesima lista ammonta  a  n.  145 voti validi , dei quali n. 1 al candidato               Michele Napoli, n. 1 al candidato  Mariano  Giuseppe, n. 1 al candidato Delia Marino  e  n. 142 al candidato Aurelio Pace.

A quest’ultimo sono stati assegnati  (142- 107)  38 voti  più di quanti ne ha riportati  la lista provinciale di appartenenza ( cosa che, per come la legge disciplina le modalità di espressione del voto, non può legittimamente succedere );

2). – I  verbali  sono incompleti, tanto da risultare praticamente in bianco;

3)- Il seggio avrebbe  concluso le operazioni alle ore 3,00 circa di martedì.

Non era il caso di sospendere  le operazioni di scrutinio ? ( Par.91 pubblicazione n. 7 )

4). Il  totale dei votanti non è conforme al dato indicato a pagina 59 del verbale;

Secondo il ricorrente, i fatti contestati, gravemente irregolari e/o illegittimi, avrebbero determinato incertezza assoluta sulla  correttezza delle votazioni ed inficiato insanabilmente il risultato elettorale. In situazioni  di sì grave  illegittimità il Giudice amministrativo non  si deve chiedere se con  l’eliminazione delle illegittimità il risultato cambi ( c. d. prova di resistenza ); le illegittimità vanno eliminate a prescindere. La verifica delle schede, fatta per ordine del TAR fuori udienza il 2 aprile 2014 ha dato il seguente risultato :

             _ Schede esaminate  n. 363   corrispondenti  al totale dei votanti;

              _Aurelio Pace : voti riportati  n.113 ,   cifra    elettorale    2.545,    1° dei non eletti;

             _Romano Cupparo :  voti riportati n. =,cifra  elettorale   2.538,     2° dei non  eletti;.

Nonostante  quanto si sia fatto per eliminare tanti e  gravi elementi di irregolarità ed illegittimità, la  graduatoria dei candidati della lista PDL  è rimasta sostanzialmente immutata ( in particolare, Aurelio Pace continua a precedere Romano Cupparo, anche se con soli 7 voti in più ).

downloadIl TAR, quindi, visto che  l’esito della verifica esclude che dall’accoglimento del ricorso possa derivare il raggiungimento di un risultato utile per il ricorrente  e, segnatamente, che lo stesso possa essere collocato al secondo posto, con sentenza pubblicata il 18 aprile 2014  ha rigettato il ricorso.

La sentenza  ci  lascia amarezza,  afflizioni e rimpianti.

Peccato, con un piccolo sforzo in più …………………………..!

All’amico Cupparo diciamo che coi  se e coi ma la storia non si fa !

Per ora chi ha perduto di più sono le Istituzioni : sono state private  di una persona perbene, di un politico con la P maiuscola,  di grande esperienza, capace, onesto e, virtù oggi rara, con il senso dello Stato.

Romano, ti sono mancati soltanto  7 (sette) voti, mai  ti mancherà l’affetto degli amici !

Alzati e cammina, è scritto da Qualche Parte !

Non sei storpio, sei giovane, godi della stima di chiunque ti conosce, la strada che hai davanti è lunga e piena di traguardi, gli attributi non ti mancano, riprendi  a camminare !

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi