Francavilla si candida a Vigliano Biellese: intervista a Natalino ZANIN candidato Sindaco

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Chi è Natalino Zanin?

natalinonato a Biella il 6 dicembre 1966, di professione tecnico comunale responsabile dell’ufficio tecnico dei comuni di Quaregna e Cerreto Castello, coniugato con Patrizia e con due figli: Giulio classe ’91 (impiegato) ed Edoardo classe ’93 (studente universitario).
e’ consigliere comunale di Vigliano B.se dal 1994 con un pausa intermedia dal 2005 al 2009 ed è stato componente del consiglio d’amministrazione della società Cordar (servizio Idrico Integrato), ricoprendo anche la carica di presidente della soc. Cordar.it.

Cosa ti lega a Francavilla?

 La mamma è originaria di Francavilla. Appartiene alla famiglia dei “Buongiorno” ed ha ancora alcuni parenti ed amici, avendo frequentato il paese Lucano per molti anni, soprattutto in età adolescenziale.

Avendo esercitato la professione di tecnico comunale, cosa ti spinge a voler fare il Sindaco?

Sicuramente la competenza assunta in 24 anni di servizio di cui 18 in posizione organizzativa. I nostri comuni devono essere amministrati soprattutto con Buon senso, con i piedi per terra ma con lo sguardo nel futuro. Le risorse disponibili sono sempre più limitate e non permettono più fantasie esuberanti.

Vigliano Biellese è un comune abitato da molti oriundi francavillesi, perché questi dovrebbero votare per Natalino Sindaco?

 Innanzi tutto perché anche lui è figlio di immigrati e conosce bene le difficoltà di inserimento nella società da chi viene da fuori, con l’onere di dimostrare molto di più per essere accettato; ma anche perché vuol tenere vive le tradizioni delle proprie origini. Tra l’altro Natalino è anche figlio di un immigrato veneto (papà) e che pertanto di biellese ha il luogo di nascita e la cultura assimilata nella propria vita quotidiana, scuola , università, influenzata  però dalle conoscenze e tradizioni dell’ambiente famigliare.

Tra gli obiettivi che ti prefiggi vedo il teleriscaldamento e il lavoro, può un Sindaco creare opportunità di lavoro? In che modo?

E’ compito primario del sindaco rendere attrattivo il proprio territorio per l’insediamento di attività economiche che creino nuovi posti di lavoro, intervenendo in quelle poche leve cha ha a disposizione come per esempio l’applicazione al minimo di legge della tassazione. Partendo da principio che è meglio poco che nulla, se un’attività non esiste non produce nulla , ma se esiste magari un pochino può fare!

Chi sostiene la candidatura Zanin?

natalino2 E’ una lista civica, fatta di persone che rappresentano tutti i settori della società civile, dal piccolo commerciante all’imprenditore, al biologo, all’operaio. Ho voluto nella mia lista solo persone che non avessero mai fatto parte di organismi politici, proprio perché, soprattutto a livello regionale o nazionale i politici con la P maiuscola, che cosa hanno portato? I genitori in cassa integrazione ed i figli all’estero (a fare i lavapiatti)!

Chi è il modello di Sindaco a cui ti ispiri?

 Non esiste un modello. Cercherò, se mi sarà data l’opportunità, di stare vicino alla gente, ascoltare e poi fare. Essere concreti , con poche parole ma con fatti.

Cosa ti proponi per Vigliano?

 Ti elenco i 10 punti principali del mio programma:

  1. LAVORO . Rilanciare l’insediamento industriale per riportare il lavoro e la ricchezza. Attrattività del territorio per insediamenti di nuove attività (tassazione al minimo prevista per legge).
  2.  SOCIALE. Il Comune è la “casa di tutti” e, quindi, deve sostenere il lavoro di famiglie, comunità, volontariato e associazionismo e collaborare attraverso il modello del “sostegno d’inclusione”, per andare incontro alle vere difficoltà di chi attende un aiuto selezionando i veri bisogni e le risorse a disposizione.
  3.  UNO SVILUPPO DEL TERRITORIO A CONSUMO ZERO. Revisione del PRGC,   eliminare le aree di espansione, consentire ed agevolare il recupero del patrimonio esistente, compresa la demolizione con ricostruzione .Favorire il completamento del PIP. Adozione piani maggiormente elastici nelle destinazioni e nei parametri, tempi burocratici certi e chiari.
  4.  SUAP, TRIBUTO UNICO COMUNALE,  URP . Ricostruiamo il raccordo tra Municipio e Impresa ridando efficienza ed efficacia alla pubblica amministrazione , innovandola e orientandola alla produzione di valore per i cittadini e l’impresa. Riattiviamo la contrattazione di secondo livello al lavoro pubblico. Chiarezza nei procedimenti amministrativi e tempi certi. Semplificazione amministrativa.
  5.  INFRASTRUTTURE MATERIALI E TELEMATICHE. Sfruttamento delle moderne tecnologie per far arrivare il Comune ed i suoi servizi direttamente nelle case dei cittadini, riducendo passaggi di carta e oneri burocratici. Riduzione al minimo degli adempimenti inutili che non aiutano le nostra vita e quella delle imprese.
  6. COMMERCIO. Deve essere agevolato attraverso la realizzazione di infrastrutture di collegamento. Il progetto, prevede l’inserimento delle attività economiche di Vigliano  in alcune piattaforme web nazionali ed internazionali, possibilità di spesa a domicilio o spesa programmata, creazione di una rete di produttori locali per farsi conoscere al di fuori del territorio;
  7. TURISMO. Ogni anno una giuria internazionale assegna ad una città del mondo il premio quale città più vivibile e a misura d’uomo.  Partecipiamo, ci facciamo ospitare da quella città, e portiamo in giro per il mondo il  nome di Vigliano e delle sue bellezze. Il viaggio lo facciamo con al fianco le agenzie e i tour operator, coloro che devono vendere ed organizzare il turismo, saranno loro a costruire i pacchetti.
  8. PROMOZIONE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO.  Lavorare, insieme alle associazioni per sviluppare i progetti valutati insieme ad esperti per realizzare i progetti di maggior impatto economico. Manifestazioni Florovivaistiche (San Michele) Tornei sportivi e delle frazioni (Santa Lucia, San Giuseppe e Assunta). Riqualificazione del teatro Erios. Riorganizzazione del settore cultura in stretta collaborazione con la biblioteca.
  9. CASA DI RIPOSO. Intervento di ristrutturazione da 2,6 milioni di Euro per adeguamento. Convenzioni per la gestione della struttura con un numero ottimale di ospiti (rapporto posti letto/costi). Potenzialità della mensa anche per altre strutture e collaborazione con altri comuni.
  10. SPORT Progetto Viglianello che prevede di arricchire di ulteriori servizi destinati all’utenza (ristorazione, area incontri, bar) l’area del campo sportivo comunale, adiacente la palestra,  con la realizzazione di un campo in sintetico per svolgere attivita’ sportive all’aperto quali calcetto, tennis e pallavolo al fine di farla diventare un polo di attrazione sportivo e sociale unico nel biellese .

 

Il 30 aprile 2010, una delegazione di francavillesi,  rappresentata dal Parroco Mons.  Francesco Lacanna e dal vice Sindaco Domenico Maurella, è stata ricevuta dal Parroco don Luigi Tajana e dal Sindaco di Bioglio (BI) Stefano Ceffa, nonché da numerosi cittadini del centro piemontese e da molti francavillesi residenti in tutto il nord Italia, i quali in una solenne cerimonia,  prima religiosa e poi civile,  hanno stipulato un gemellaggio tra Bioglio e Francavilla in Sinni; la tua elezione a Sindaco come ti auguro, rinsalderebbe il legame tra Vigliano Biellese e Francavilla in Sinni? In che modo?

 Si , non dico gemellaggio perché mi sa di vecchio e poco concreto ed anche perché le caratteristiche dei due comuni non sono simili, ma di scambi culturali, contatti e sensibilizzazione della promozione  delle fiere.

 

 

 

 

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi