Il N.C.D. è presente nella realtà lucana, a Francavilla il primato regionale

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

 

downloadLe elezioni politiche europee e quelle per il rinnovo delle Amministrazioni Locali, hanno certificato una diffusa presenza del N.C.D in Basilicata, pur essendo il partito nella fase di prima organizzazione, privo di strutture territoriali, di mezzi finanziari e di presenze istituzionali regionali e sub-regionali.

Il primo dato che emerge dall’esame del voto è, tuttavia, il consolidarsi, anche nella nostra regione, di un trend negativo circa l’affluenza alle urne, che ha fatto registrare un dato vicino al 49%, che evita un crollo più marcato, solo in virtù della maggiore affluenza nei comuni impegnati nel rinnovo delle amministrazioni comunali.

Esso è sintomatico di un diffuso malessere e della disaffezione dei cittadini nei confronti dei partiti, visti come centri di poteri, privi di valori e di tensioni ideali e morali, interessati a creare o perpetuare filiere, strutturati al mantenimento del potere e delle oligarchie imperanti.

In questo quadro generale caratterizzato da scarse attenzione e fiducia, in concomitanza con l’esplosione di Renzi e al consolidarsi della forza dei Pittella in Basilicata, il Nuovo Centro Destra raccoglie complessivamente un risultato regionale vicino al 4,05% , con una percentuale vicina al 4,50% nella provincia di Potenza, che può essere considerato un risultato interessante, ove si consideri la neoformazione e l’approssimativa strutturazione del partito, i cui organi dirigenti sono stati individuai da meno di un mese.

Si tratta di un risultato incoraggiante, che rappresenta una significativa base di partenza, frutto della spontanea adesione al messaggio politico lanciato da Alfano e dal gruppo dirigente nazionale, che ha visto in questa fase il concorso dell’UDC, aggregazione da cui partire per alimentare la speranza del cambiamento e la creazione di un grande progetto di riunificazione dei moderati.

In questa situazione brilla il 35% , miglior risultato regionale, raccolto a Francavilla, paese del Sen. Viceconte e del Sindaco Franco Cupparo, ma anche il 26% di Calvera, il 25% di Paterno, i risultati vicini al 10% di Baragiano, Chiaromonte, Castronuovo, Terranova, San Costantino A, Castelgrande, Castelmezzano, quelli vicini al  9% di Melfi, Muro Lucano, Carbone, Castelsaraceno, San Paolo e dei tanti comuni vicini al 7%.

FOTO X FRANCOSi tratta, ora, di incanalare la fiducia espressa dai cittadini e strutturarsi in maniera capillare sul territorio, riconducendo spontaneismo e adesione disinteressati ad una convinta azione di rafforzamento di un partito lontano da oligarchia e filiere, che diventi strumento di crescita, di emancipazione umana e culturale, di educazione alla responsabilità, luogo di ascolto e di proposta politica, capace di ridare speranza, unificando valori e visioni strategiche.

Insomma un nuovo partito, ancorato a vecchi valori, fortemente inclusivo ed aperto alla partecipazione democratica ed al concorso di quanti hanno a cuore il bene comune e il riscatto morale ed economico della nostra regione.

 

 

Commenti

  1. franco ha detto:

    Antonio Amatucci ,persona sempre attenta alle politiche del territorio dai tempi di appartenenza alla D.C.Ti faccio tanti auguri e affettuosi saluti Franco Lombardi

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi