Valentina Viola e il suo programma di governo.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

SQUADRA VIOLA“La mia vittoria la dedico ai giovani ed ai consiglieri che mi hanno sostenuta in questa splendida avventura e poi, al mio papà Luigi che mi ha trasmesso la passione per la politica e soprattutto, l’amore per il mio paese”.  E così, dopo una lunga tradizione mascolina, anche i chiaromontesi voltano pagina scegliendo una giovane donna ( ha compiuto 30 anni proprio il 23 maggio scorso) alla guida della propria

comunità. Valentina Viola, figlia dell’ex sindaco e  consigliere provinciale scomparso nel giugno 2010, con 760 voti di preferenza è il nuovo primo cittadino di Chiaromonte.  Ma non finisce qui,  perché lunedì prossimo convolerà anche a giuste nozze con il suo storico fidanzato Carmine Di Giacomo di Francavilla in Sinni.

Dialogo, partecipazione, trasparenza amministrativa e confronto con i cittadini saranno i capisaldi della coalizione “Chiaromonte Rinasce” composta da Partito Democratico in tandem con i gruppi “Liberamente Insieme “e “Chiaromonte Futura”.
“Il nostro obiettivo primario – spiega il sindaco a BasilicataNotizie- sarà quello di renderci interpreti di bisogni, opportunità di crescita e politiche integrate che consentano alla nostra comunità di guardare con fiducia al futuro. Inoltre- continua- sproneremo i giovani favorendo l’associazionismo e promuoveremo iniziative dirette a contrastare situazioni di disagio ed emarginazione coinvolgendo istituzioni scolastiche e religiose”.
Non solo trasparenza e partecipazione però, rendono migliore la vita di una collettività, anche la salvaguardia e la valorizzazione del territorio apportano il loro grosso contributo, infatti:
“ Sarà fondamentale sostenere l’economia locale attivando un programma di supporto alle produzioni tipiche -aggiunge Valentina Viola- incentivando altresì il consumo di cibo prodotto in loco salvaguardando le tradizioni alimentari antiche. La sottoscrizione di accordi volontari con ristoranti, agriturismi, locali pubblici, aziende agricole e negozi favorirà la vendita ed il consumo dei prodotti. In tal senso- precisa- è preminente la realizzazione di un Orto Comunale sviluppato a fini didattici, terapeutici e socioeconomici e di un Salone del Gusto volto alla promozione dei prodotti tipici”.
L’efficienza ed il risparmio energetico saranno invece garantiti attraverso interventi diretti a ridurre i consumi energetici delle strutture comunali e della pubblica illuminazione, inoltre, saranno promosse e sostenute iniziative atte a produrre energia da fonti rinnovabili.  
“Un’altra questione che mi sta molto a cuore riguarda l’ospedale ed il “Polo del Sorrisocomposto da CRA,DCA ed RSA che da tempo supportano la nostra economia. Sempre nell’ottica del Piano Sanitario Regionale- precisa- abbiamo intenzione di mantenere i servizi esistenti e potenziarli dal punto di vista della diagnostica, riabilitazione e prevenzione favorendo più alti livelli occupazionali, in più sosterremo anche lo svolgimento di nuove attività di cura e ricerca scientifica promosse dalla Fondazione “Stella Maris”.
Ulteriori azioni saranno indirizzate all’ottenimento di fondi pubblici utili a garantire in primis la manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio e la realizzazione delle infrastrutture per la riqualificazione delle aree d’accesso al paese. In seguito toccherà al recupero del centro storico, alla mitigazione dell’impatto ambientale d’alcune opere in cemento armato, alla bonifica delle aree periferiche degradate, alle opere di difesa ambientale e fluviale e infrastrutture a servizio delle zone agricole, infine al completamento delle opere pubbliche ancora da ultimare. 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi