Don Lorenzo: Testamento Spirituale.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Don Lorenzo, nel suo ritorno al Padre, ha voluto, nella semplicità che lo ha contraddistinto, lasciarci in eredità il suo Testamento Spirituale, che dimostra quanto egli credesse fermamente e operasse instancabilmente secondo gli insegnamenti del Vangelo, nel totale abbandono alla volontà di Dio.

I.M.I.    TESTAMENTO SPIRITUALE

Di un servo inutile.

Don Lorenzo 2

 

Nel nome della S.S. Trinità ringrazio il Signore e la Vergine Santa di tutti i grandi benefici ricevuti: la vita, la grazia e, soprattutto, il Sacerdozio.

Mentre i passi stanno per varcare i confini dello spazio e del tempo, professo di morire nell’unica fede, che è stata la Luce della mia vita, come mi è stato insegnato dai miei cari e dalla Santa Chiesa Cattolica, Apostolica, Romana.

Dico a tutti voi che, dopo la marcia di quaggiù, tra una vita di dure prove fin dall’infanzia, di disagi, di umiliazioni, di sofferenze senza fine, di sacrifici stenuanti, di rinunzie, di incomprensioni, di servizi al prossimo senza limiti, di dedizioni nell’adempimento del mio proprio dovere, di dolori, di gioie, di sconfitte e di vittorie, ci ritroveremo finalmente nella casa del Padre per la gratitudine, sine fine.

Sperando che Gesù, Maria e Giuseppe, miei amici e sostenitori di un travagliato viaggio, mi prelevano alle soglie del Paradiso con le schiere dei Santi di cui sono stato fedele devoto.

La vita vale in quando incontra Dio sia in vita che in morte.

Pertanto vado ripetendo omnes dies, Gesù, Giuseppe e Maria assistetemi nell’ultima mia agonia.                                        Amen.

Francavilla sul Sinni 17.12.2007

f.to Sac. Lorenzo Melfi

P.S.

Alla fine del mio pellegrinare sulla terra non mi attendo che, perdono, da chi si senta offeso, comprensione dal prossimo che ho servito e venia dai miei stimati superiori. Ai miei familiari devo gratitudine e riconoscenza “sine fine” per il bene e l’assistenza usatemi.

A Dio, in cui ho creduto fermamente e servito indegnamente all’altare, chiedo misericordia e perdono.

Sono grato e benedico chi mi ricorderà nella preghiera suffragando per la mia povera anima.

A Dio sia gloria nei secoli.                        Amen.

Francavilla sul Sinni, 17.12.2007

 f.to Sac. Lorenzo Melfi

Schermata 06-2456824 alle 22.10.38

 

Schermata 06-2456824 alle 22.11.00

 

 

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi