La poesia non dà da mangiare… ma regala tante emozioni – 3^ Parte

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Ancora un assaggio delle liriche di Gino Costanza come anticipato nei precedenti articoli.

La brevità delle poesie, quasi degli epigrammi, secondo la tecnica giapponese di cui abbiamo già ampiamente parlato, rende piacevole l’estraniarsi dalla contingenza della vita quotidiana, dagli affanni, dalle preoccupazioni che accompagnano la corsa del tempo corrente.

La poesia è sempre stata una manifestazione del sentire più profondo dell’autore ed ha il pregio di comunicare i sentimenti più belli solo come l’arte riesce a fare, accostando parole che, con la loro musicalità, riescono a trasmettere concetti e stati d’animo che parlano al cuore di chi legge o ascolta.

Le brevi poesie di Gino Costanza, scritte con stile giapponese “haiku”, ripropongono alcuni temi ricorrenti nelle esperienze della vita di ognuno, ma l’originalità del mettere insieme parole e suoni, immagini e speranze, conferiscono ai versi un fascino da scoprire, ognuno per sè, secondo la propria visione della vita, secondo il proprio sentire.

In attesa della lettura delle poesie, dei bozzetti da parte diretta dell’Autore in un incontro da stabilire durante le vacanze estive, buona lettura a tutti!

Giovanni Fortunato

“Haiku sì, haiku no, tra sacro e profano” di Gino Costanza (III parte)

 

  1. ACCANTO

      Solo accanto a te

gioisco e rido tanto

     quando pensi a me.

Foto di Rino Fortunato "autoritratto di S. Basilio"

Foto di Rino Fortunato “autoritratto di S. Basilio”

 

  1. M’AFFACCIO

       Il lago osservo

dalla finestra mia

Mi sento al mare.

Foto di Rino Fortunato "Oro sul Lago Viceconte"

Foto di Rino Fortunato “Oro sul Lago Viceconte”

 

  1. TRE CIPRESSI

Tre cipressi guardo:

dritti svettano in cielo,

al vento ondeggian le cime,

essenza esalan le coccole.

Tre cipressi scruto:

qui riposa un congiunto!

Tre cipressi:

giovinezza, bontà, speme!

Tre cipressi:

(commozione, compunzione, contrizione;

sulle gote colano lacrime):

un ricordo!

Foto di Rino Fortunato "Bosco Magnano"

Foto di Rino Fortunato “Bosco Magnano”

 

4. BARCIS

Bagamoyo, sì,

sulle sponde del lago

calmo di Barcis.

Bagamoyo (in swaili) = qui riposa il cuore

Foto di Rino Fortunato "Diga di Sense"

Foto di Rino Fortunato “Diga di Sense”

 

  1. FIORONI

Quale sollievo

dà il merlo che gusta

fioroni sfatti!

Foto di Rino Fortunato "Diga di Capacciotti - Cerignola -(Fg)

Foto di Rino Fortunato “Diga di Capacciotti – Cerignola -(Fg)

 

  1. GUARDO

Più spingo il guardo,

più il tuo sorriso

m’avvince, o lince.

Foto di Rino Fortunato "Panorama"

Foto di Rino Fortunato “Panorama”

 

  1. VELO

L’ultimo velo

il sorriso mi svela

così suadente.

Foto di Rino Fortunato "Via Lucania -Roma-

Foto di Rino Fortunato “Via Lucania -Roma-

 

  1. ROSMARINO

O rosmarino

di rugiada di mare

essenza arreca!

Foto di Rino Fortunato "Porta verde"

Foto di Rino Fortunato “Porta verde”

 

  1. L’ATTESA

Vana è l’attesa mia:

lei non arriva!

Gira la rosta senza sosta

Sul Lemene frusciante,

che il silenzio sovrasta d’ognuno.

Solo il verso dei cigni

e delle oche e delle anatre,

che si rincorrono in cerca di cibo,

attenua lo sciabordio dell’acqua.

 

Qui aspetto, paziente, progni;

e gru, che stavano tranquille,

più non trovano dimora

lungo il fiume che scorre sereno.

Foto di Rino Fortunato "Gabbiano sul Tevere"

Foto di Rino Fortunato “Gabbiano sul Tevere”

 

  1. SI PARTE

 

In ogni momento si parte.

Si lasciano gli oggetti.

Rimangono gli affetti,

e l’amore non difetta.

Foto di Rino Fortunato "San Francisco"

Foto di Rino Fortunato “San Francisco”

 

 

 

Commenti

  1. Flora Febbraio ha detto:

    Complimenti, i versi ricordano delle pitture Naif, in una mescolanza fra poesia e immagini di luoghi conosciuti o evocativi, o capaci di ispirare emozioni, rievocare ricordi in cui ciascuno può riconoscersi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi