Perdonare è difficilissimo… però si può

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

621474_541130042579329_1615668654_oIn questi ultimi mesi mi è tornata in mente la commedia composta di Eduardo De Filippo nel 1948 – Voci di Dentro.

Dove Zi’ Nicola che con lo scoppio di petardi parlava al mondo perché ambiguo, stantio ed esso stesso oppresso.

A un certo punto, nel finale, accade qualcosa d’importante che lo costringe a rivolgersi con le parole e dice .” per favore, un po’ di pace .”

Quando, qualche giorno fa, ho appreso la notizia che Tania Pisani Pezzuto aveva deciso di perdonare il carnefice del marito, mi sono alzato dalla sedia e con una lacrima sul viso mi sono detto ….Natale è arrivato veramente.

La stella cometa si è depositata su Francavilla, una donna vera ha deciso di perdonare l’assassinio infame di una brava persona di un dolce marito che aveva nel dovere il sentimento della pace.

Dopo ventidue anni, una donna, una moglie, una figlia della nostra terra ci mette una mano sul nostro cuore e ci dice perdonate finché siamo in tempo.

Con il suo sorriso semplice, che porta fin dall’infanzia, ha vinto la sua ragione di vendetta o di giustizia, ha sconfitto la ragione e ha dato voce al suo cuore meraviglioso e infinito.

Francavilla finalmente ha avuto un attimo di luce, in un paese, dove i contrasti invisibili, frutto d’invidie, gelosie, di bugie dette con dolosità, mancanza di rispetto che negli anni ha lacerato il sentimento dell’amicizia, della stima reciproca tra gli uomini, una donna ci vuole insegnare che l’orgoglio e illusione sono sentimenti che rendono l’uomo simile a un animale portandolo molte volte a uccidere i suoi simili.

1472849_764988403526824_1422334510_nDal 12 febbraio 1992, questa ragazza, questa donna, questa semplici concittadini, credo, abbia parlato con l’anima del suo marito ed entrambi penso, con l’amore infinito, hanno deciso di mettere una pietra color pace su questa storia.

Quel chiudere gli occhi, dinanzi a Niccolò Mannino, sull’altare della Chiesa, con le lacrime al viso e dire . sì lo perdono. Ha permesso a tutti noi uomini di poca volontà, pronti alle guerre estreme senza significato e senza ragione, di fermarci e dire .. Padre sia fatta la tua volontà.

Cara Tania, adesso tuo marito potrà godere con te la pace che merita perché entrambi avete dato un contributo alto, forte e incommensurabile alla nostra umanità che cerca una pacificazione che non riesce a vedere e trovare.

Adesso è l’ora del silenzio per gli sbagli che sono stati fatti. Diamo voce all’impegno, ricostruiamo qualcosa che domani si possa chiamare buona convivenza.

Il gesto di questa donna (. per chat mi ha detto è stato difficilissimo.) non va dimenticato, va valorizzando perché è una testimonianza per la comunità francavillese e non solo.

Penso che dovrebbe avere da noi il consenso a diventare una prima cittadina della nostra terra; all’unanimità eletta nel nostro Comune perché è una donna alta diversa dai tanti e poi perché è … una donna.

Buona Immacolata Tania…. Siamo invidiosi del tuo grande cuore, non tutti siamo nati cosi …

Commenti

  1. Aldo ha detto:

    La famosa commedia di Eduardo De Filippo si intitola: “LE voci di dentro”, mi sembra una precisazione doverosa.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi