E se per qualche giorno divento Centurione dell’esercito di Ben Hur?

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

10729068_10153205481154059_1218970327_nMatera, cinematograficamente parlando,  è terra di certezze e di speranze. La certezza che sempre più pellicole saranno girate in questa città dallo scenario meraviglioso che si presta a set naturale per ambientare diverse storie; la speranza che il cinema possa essere una buona chiave di sviluppo e di economia per i tanti giovani disoccupati e precari del posto. Da pochi giorni sono iniziate le riprese del remake di Ben Hur, kolossal targato Metro-Goldwyn-Mayer con la regia del kazako Timur Bekmambetov e passeggiando per gli antichi rioni dei Sassi, è facile scorgere gruppi di soldati romani.

E ancora più facile può essere, entrare in un  bar e prendere un caffè insieme a star del calibro di Jack Huston eMorgan Freeman.

Ma cosa pensano e cosa sognano le oltre 400 comparse che formano l’esercito romano e che in questi giorni stanno registrando le scene? Lo abbiamo chiesto a Vito Nicoletti, un giovane di Matera che insieme a suo fratello minore Walter, da qualche mese sta portando avanti, con grande successo, “VoceSpettacolo”un portale dedicato al mondo dello spettacolo e di tanto in tanto diventa attore per divertirsi un po’.

Sei alla tua prima esperienza cinematografica?

No. Questa è la mia seconda esperienza. Ma recitare in un Kolossal credo che sia una emozione ed una esperienza unica.

Ho recitato per la prima volta nel film “Christ the lord” girato a Matera l’estate scorsa, e lì ho avuto la fortuna di girare delle scene proprio accanto all’attore Sean Bean che ha ricoperto il ruolo di Boromir nel Signore degli anelli e di Eddard nella serie televisiva Il Trono di spade.

E’ stato bello ed interessante vedere come recita rispetto agli attori italiani. Una cosa che mi ha colpito in particolare in quella occasione, poi non so se sia una regola, è che tutte le comparse, e coloro che si trovano sulla scena durante le riprese non devono guardare l’attore. E questo per non inquinare in alcun modo la scena. Perché anche uno sguardo potrebbe distrarre l’attore, emozionarlo o in qualche modo renderne artificioso l’atteggiamento.

E questa esperienza invece, com’è?

10968207_10153205481424059_16901252_nAbbiamo fatto prima due settimane di addestramento. Le scene che giriamo sono quelle dell’esercito romano che passa sotto casa di Ben Hur poi ad un certo punto una freccia ucciderà un soldato e quindi scatterà la difesa da parte dell’esercito. Sono rimasto molto colpito, perché le scene in cui l’esercito romano attacca e si difende sono state studiate e ricostruite in maniera fedele e minuziosa grazie alla collaborazione di un professionista, istruttore e consulente storico, Danilo Lazzarini.

Lazzarini, o Leo come si chiama in arte, è istruttore di ArsDimicandi, una associazione che studia da circa 20 anni come agiva l’esercito romano.

Quindi siamo stati abituati a marciare, e solo in quel momento ho capito perché al casting ci chiedevano se avevamo fatto il militare.

 

A proposito di casting, quante ore sei stato in fila?

Io non molto, perchè mi sono presentato come atleta, avendo alle spalle otto anni di attività sportiva. Poi mi hanno richiamato e mi sono presentato per fare l’addestramento e poi la prova costume.

 

Ci racconti una curiosità del set?

Sono rimasto molto sorpreso nel sentire che gli ordini ci vengono impartiti in latino. Penso che sia un modo per aggiungere rigore e ordine alle scene ma anche per farci calare meglio nella parte.

E con il costume addosso ti senti romano o materano?

Psicologicamente, dopo l’addestramento devo dire che mi sono sentito soldato romano ed è tale la convinzione che anche i Sassi non sembrano più Matera.

 

Ma da grande vuoi fare l’attore?

Assolutamente no. Mi diverte e sono curioso. E mi piace pensare che vedendo la pellicola tra qualche anno potrò dire c’ero anche io.

 

Tra le altre comparse c’è qualcuno che ci crede davvero al lavoro di attore o lo fanno solo per avere un’opportunità di guadagno?

La maggior parte di quelli che conosco lo ha fatto solo per una questione economica. La disoccupazione è tanta e questo è un lavoro ben retribuito.

 

Ci sono anche attori lucani nel cast?

Per quello che sono le notizie in mio possesso, tutti gli attori lucani hanno inviato il proprio curriculum alla film commission che a sua volta lo ha inviato a Cinecittà dove dovranno avvenire le riprese da marzo in poi. Ad oggi nessuno degli attori lucani è stato contattato. A meno che non arrivi qualche sorpresa dell’ultima ora.

 

Si è aperta in città una discussione sulla opportunità di “mascherare” all’occorrenza i Sassi o valorizzarli per quello che sono. Da giovane materano che pensi?

Credo che ci sia sempre una via di mezzo in tutte le cose.  Una cosa è certa, che ogni film che viene girato a Matera, smuove l’economia, e a molte famiglie fa bene una boccata di ossigeno. Ormai non si può più prescindere dal fatto che la  città è un set cinematografico.

Quindi sono dell’idea che i Sassi debbano rimanere quelli che sono ma sarebbe bello che di tanto in tanto si potessero trovare dei pezzi di scenografia di film  che sono stati girati qua, in modo da farli diventare anche luoghi e mete tangibili delle pellicole. Senza esagerare naturalmente. Sarebbe bello avere  una targa che spieghi il punto in cui ha girato ad esempio Pasolini, o perennemente issate le croci utilizzate per la crocifissione da Mel Gibson. Non sto inventando niente di nuovo. Sono cose che già esistono in tutto il mondo e che mettono in moto il turismo cinematografico. Ad esempio in Andalusia sono rimaste addirittura intatte le scene dove furono girate le famose sparatorie dei film di Sergio Leone.

 

fonte: http://giornalemio.it/cronaca/e-se-per-qualche-giorno-divento-centurione-dellesercito-di-ben-hur/ 

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi