“In ricordo di Claudio Pezzuto a 23 anni dalla sua morte”

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

10301538_894639113895085_6245931796757201091_nNel ricordo di Claudio Pezzuto, carabiniere ucciso nel compimento del suo dovere 23 anni fa a Fiano di Pontecagnano, mi è gradito dedicare a Tania Pisani ed Alessio Pezzuto, moglie e figlio dell’eroico carabiniere, una poesia del nostro poeta Gino Costanza che, con un haiku. di stile giapponese, ha scritto:

Non dare peso all’orrido passato/

Per tener viva la memoria,/

Sii sempre incline al perdono./

Il perdono che Tania ha recentemente concesso ai sicari del suo amato consorte, la colloca su un piedistallo di civiltà e di comprensione umana, oltre che di notevole carità cristiana che sicuramente daranno a lei ed  al caro figlio Alessio la forza per affrontare il futuro.

582581_605949482764051_362192889_nIn un altro componimento, dello stesso stile haiku, Gino, evocando un verso biblico, così scrive:

S’oscurò il sol/

E la notte tutta adì/

l’alba dorata./ 

 L’ultimo verso è fortemente beneaugurante, perché l’esempio eroico di Claudio Pezzuto e la testimonianza d’amore di Tania e Alessio possano essere un contributo alla riscoperta di quei valori di legalità, di amicizia, di partecipazione, di condivisione che sono e restano i pilastri d’un vivere civile degno di questo nome.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi