U jùdëcë (Il Giudice)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Tratto dal libro “DIZIONARIO DIALETTALE DI FRANCAVILLA SUL SINNI”  

(Etimologie, proverbi, modi di dire, wellerismi, canti, curiosità, favole, indovinelli, notizie,   immagini che raccontano la storia )   di

LUIGI VICECONTE

a0f347d7

 

Pubblichiamo “U jùdëcë”, che sicuramente integra e favorisce ancor di più la comprensione della poesia di Filippo Di Giacomo: “Tuttǝ kurpǝ du’ viendǝ!”, per tutti i giovani e per coloro i quali non hanno conoscenza di questo gioco che si praticava, fino agli anni 60, nei nostri paesi.

Statua romana di una ragazza che gioca agli aliossi

Statua romana di una ragazza che gioca agli aliossi

 

 

U jùdëcë

Il giudice

 

Il giudice è l’osso astragalo del tarso di capra o di pecora, usato come dado; lo stesso che viene utilizzato nel gioco dell’aliosso.

L’osso ha quattro facce ed ha forma di parallelepipedo rettangolo irregolare; la faccia convessa è detta ciùccë, la faccia opposta concava non ha denominazione , la terza faccia scanalata è detta jùdëcë e la faccia a questa contrapposta, più liscia, è detta mażżë.

Al gioco partecipano almeno quattro persone.

L’osso viene gettato a terra di seguito da ogni partecipante fino a quando dura il gioco;

se appare jùdëcë, chi ha giocato assume tale carica;

se appare mażżë, chi ha giocato assume quest’altra carica;

Kempten_Astragaloise appare ciùccë il jùdëcë ordina a mażżë di dare a chi ha giocato un certo numero di percosse sul palmo della mano con un fazzoletto bagnato ed avvolto a treccia;

se l’ordine è accompagnato dalle parole gàgljë e uógljë le percosse devono essere particolarmente forti.

Se riappaiono jùdëcë o mażżë, le rispettive cariche passano di mano.

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi