La comunità parrocchiale di Francavilla saluta il suo Vescovo

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Luigina Ferrara

Gina Ferrara

La comunità parrocchiale di Francavilla in Sinni, nella persona della sig.ra Ferrara Luigina, alla fine della celebrazione della Santa Messa, nel giorno di Sant’Antonio da Padova 13 giugno u.s., ha voluto ringraziare e salutare il proprio Vescovo, Francesco Nolè, che il 4 luglio prossimo si trasferirà nella nuova sede di Cosenza-Bisignano.

Eccellenza,

è lo stesso sentimento di gioia, nutrito quindici anni fa, nel momento in cui si apprese la notizia della nomina del nuovo Vescovo, S.E. Francesco Nolè, che invade il cuore della Chiesa di Francavilla: allora, una gioia ricca di speranza, sicura che il Signore aveva scelto, per essa e per la Diocesi intera, una guida eccellente nel cammino di fede; ora una gioia di conferma per aver avuto al proprio fianco una persona sensibile, disponibile e vicina alle problematiche della Chiesa locale.

Non è un caso che proprio all’inizio del suo mandato pastorale, lei abbia condiviso con noi la prima sofferenza, dovuta alla perdita del caro Don Pino Terracina, l’allora Parroco di Francavilla.nolè

Fu il suo primo segno tangibile di umanità che ci commosse e che, ora, ci permette di esprimerle un grazie di cuore per la sua vicinanza nella condivisione del grande dolore che invase quei momenti di smarrimento e di paura, ma, anche, per la sua sensibilità nel colmare il vuoto profondo creatosi, mediante l’invio di sacerdoti.

Subito, ci ha fatto sentire, davvero, una Comunità privilegiata nell’aver scelto, come Vicario Generale, il nostro attuale Parroco, Mons. Francesco Lacanna, degno Sacerdote, connotato di capacità rilevanti nel condurre ed assolvere gli impegni relativi al suo mandato.

Non dimentichiamo, poi, la sua “Visita Pastorale”, nel lontano Marzo 2004, che ci lasciò sorpresi positivamente all’idea che la nostra Parrocchia fosse la prima ad essere visitata ed illuminata dalla sua saggezza nell’ intuire le necessità della Comunità e nell’ offrire possibili soluzioni.

Le siamo grati, ancora, per le sue visite continue, improvvise e non programmate, in momenti di ordinarie celebrazioni, che ci hanno trasmesso un’idea di Chiesa circolare, ognuno con il proprio ruolo, ma con la consapevolezza di unità nella fratellanza con il Cristo Risorto.

Ebbene, in questo momento di distacco, comunque doloroso, ma con prospettive di redenzione continua per tutti gli insegnamenti ricevuti, la ringraziamo di cuore ed assicuriamo preghiere con l’augurio che il suo Magistero Pastorale sia sempre guidato dallo Spirito Santo e dalla Mamma Celeste, Maria Santissima, sull’esempio di S. Francesco D’ Assisi e S. Francesco di Paola.

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi