La notte del Redentore

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMG_8323Sospesa tra due turchini

Venezia sempre sublime.

Stanotte che magìa

Risplendono nell’oro i suoi merletti e,

Con sotto l’amaranto,

È veramente un incanto.

Tutto un bagliore

San Marco e il suo bacino.

Le cupole s’infiammano

Nella tempesta di colori

Che svetta dal mare: rosso, verde, giallo, blu

Che fantasmagoria di scintille,

è una gara a chi brilla di più.

Punta della dogana è un grande faro

E il grande “Canaasso” è tutto punteggiato

Di diamanti che piovono dal cielo.

Anche l’orologio coi suoi mori

Si accende mentre batte.

Sotto i portici della grande piazza in concerto

Rondò, Puccini, Verdi con Vivaldi e pure Strauss.

Le gondole, i gozzi, i sandoli son tutti fermi

E colmi di canti, musica, allegria

E non mancano

“anare roste”,”sarde in saor” con un “ bicer de quel bon”.

Oh! E’ un sogno o il Paradiso è in festa?

No, è festa sulla terra,

è festa qui in laguna,

è Venezia che fa festa al Redentore!

Flora Febbraio

Flora Febbraio

Canaasso: Canal Grande

Anara rosta: anitra(dalla laguna) arrosto

Sarde in saor: piatto tipico veneziano di sarde fritte e marinate nella cipolla, vera delizia

Bicer de quel bon: un buon bicchiere

Commenti

  1. Giovanni Fortunato ha detto:

    Sì, è vero, quella fantasmagoria di luci, di colori, di suoni, quell’inebriante incanto che promana dai fuochi pirotecnici, nel favoloso bacino di San Marco, è un inno di lode e di ringraziamento dell’intera umanità al Divino Redentore!

    • flo ha detto:

      Hai fatto quest’esperienza? La festa del Redentore risale al 1570 circa, quando Venezia subì il terribile contagio della peste e perse quasi metà della sua popolazione. Quando il mortale morbo fu debellato, i veneziani dedicarono una bellissima basilica al Redentore e da allora si continua a celebrare questa ricorrenza al terzo sabato di luglio. Per lo stesso motivo fu eretta un’altra monumentale basilica, appare in molte immagini di fronte a san Marco, è la chiesa della madonna della Salute. La celebrazione ricorre in novembre. Suggestivi in entrambe le ricorrenze sono i ponti di barche che permettono di raggiungere le chiese a piedi. quando ne hai occasione approfitta perché è uno spettacolo UNICO.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi