Er Pesce

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Da Ernesto Calluori  riceviamo e pubblichiamo, per gentile concessione del Coordinamento Centri Anziani IX Municipio dalla raccolta di Poesie, il seguente testo in romanesco.

ER PESCE

dibujos897

Un giorno un pesce

disse ar suo vicino

che era stufo de

sta sempre a mollo :

lo sai che faccio

oggi, amico tonno ?

Vado lassu’

e voio scopri er monno.

L’amico suo

che’ vecchio e conosceva

l’insidie della vita,

ie disse all’altro,

lascia sta st’idea

che er monno

non e’ per noi.

Non l’hai capito,

lassu’ non poi resta’

te manca er fiato

non ce poi respira’

non ce sei nato.

Ma ar pesce inutile

fu ogni parola

saluto’ l’amico

e incomincio’ a salire

tutto felice

de sta grande idea

fatta a sto monno

novo da scoprire

cosi disse tra se’ :

lassu’ vedrai

che questa vita mia

sara’ piu’ bella

e senza piu’ pensa’

a quel che fece

caccio’ la testa

e poi fini in padella.

                                               (Lucia Di Marco)

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi