Biagio Costanzo, sindaco di Episcopia a “Italia in Comune”

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

12278963_1515982398701494_3602063928729917535_nItalia in Comune, la rete delle Buone Pratiche”. I Sindaci condividono le esperienze virtuose realizzate nei Comuni d’Italia;  sabato 28 e domenica 29 Novembre, 3° incontro nazionale ospitato nei Comuni di Signa(FI) e Poggio a Caiano (PO).

Gli amministratori locali d’Italia si incontrano per condividere le Buone Pratiche. Il 28 e 29 Novembre nei Comuni toscani di Poggio a Caiano (PO) e Signa (FI) si terrà il terzo incontro nazionale di Italia in Comune, una rete a cui hanno aderito circa duecento Sindaci, Assessori e Consiglieri comunali provenienti da ogni angolo d’Italia.

Nei due giorni, amministratori di ogni provenienza politica illustrano e mettono in condivisione le buone pratiche e le esperienza virtuose realizzate nei propri Comuni. Le buone pratiche, e le Delibere che le riguardano, sono raccolte sul sito www.italiaincomune.it, una banca dati libera e aperta a disposizione delle amministrazioni locali.

12075077_1151544081542023_3042615101629261409_nQuattro sono i Tavoli tematici in cui si affrontano temi e problematiche di attualità, quali le riforme istituzionali, l’immigrazione, alimentazione e sostenibilità, lo strumento del Project financing e la promozione turistica. Molteplici i contributi di esperti, tecnici e ricercatori tra cui Giovanni Vetritto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’assessore al Welfare della Regione Toscana Stefania Saccardi, il sindaco di Prato e delegato nazionale ANCI per l’immigrazione Matteo Biffoni, Monica Degli Innocenti della Fondazione Eunomia e Alessandro Sterpa dell’Università della Tuscia.

Arricchiscono la due giorni visite culturali nei Comuni che ospitano l’evento.

«Quando abbiamo organizzato il primo incontro a Cerveteri (RM), lo scorso marzo, non pensavamo che la rete si sarebbe attivata così prontamente e con tanto entusiasmo – ha commentato Alessio Pascucci, sindaco del Comune di Cerveteri (RM) e portavoce di Italia in Comune – Invece, subito dopo la tappa piemontese ospitata a Verbania (VB) siamo già arrivati al terzo incontro, in Toscana, nei Comuni di Poggio a Caiano (PO) e Signa (FI). Tutto ciò – continua Pascucciè segno di una forte esigenza da parte degli amministratori locali di incontrarsi e scambiarsi idee e punti di vista su ciò che vivono ogni giorno nei propri Comuni, che Italia in Comune è riuscita ad intercettare. Tutto questo ci rende davvero molto orgogliosi».

Il comune lucano di Episcopia rappresentato dal suo sindaco Biagio Costanzo, è stato prescelto in merito alla buona pratica di come: “Combattere la povertà e la solitudine aumentando la rete dell’assistenza“, infatti, ha consentito di seguire domiciliarmente situazioni problematiche, peraltro spendendo limitate risorse comunali, poiché il tutto viene assicurato col servizio mensa scolastica e contestualmente essere certi che parte della popolazione, soprattutto gli anziani soli, invalidi o indigenti, potessero ben alimentarsi.

La terza tappa di Italia in Comune è organizzata dai Comuni di Poggio a Caiano (PO) e di Signa (FI) con la Proloco di Poggio a Caiano, è patrocinata dai Comuni di Lucca, Cantagallo (PO) e Bagno a Ripoli (FI) e realizzata grazie al contributo di Sogin, Publiacqua e Farmacom.

 

fonte: http://www.sitiunesco.it/?p=5146

 

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi