Mariangela Cersosimo, la comunità di S. Patrignano e Uninettuno protagonisti di un sogno.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Sei ragazzi che hanno fatto il percorso di recupero nella Comunità di S. Patrignano e che hanno scelto di restarvi per aiutare anche altri in questo cammino di salvezza, hanno concluso un ciclo di studi conseguendo la laurea triennale in Psicologia, all’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO.

Ciò si è realizzato grazie ad un progetto voluto dalla cofondatrice della Comunità Letizia Moratti, già Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, in accordo con l’Ateneo Telematica e la Comunità di S. Patrignano, che ha messo a disposizione un Polo interno dove i ragazzi hanno potuto sostenere gli esami e dove, sabato 25 febbraio scorso, hanno coronato il loro sogno di essere proclamati dottori in Psicologia.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione – dell’Università e della Ricerca, dr. Gabriele Toccafondi, del rettore di UNINETTUNO, Prof.ssa Maria Amata Garito e della cofondatrice di San Patrignano dr.ssa Letizia Moratti.

Tale traguardo, per questi studenti, ex tossicodipendenti, testimonia che l’istruzione, l’approfondimento di discipline, contribuisce e rende solida ogni forma di riabilitazione e recupero, perché basata su fondamenti concreti che fortificano e danno un senso vero alla vita.

Mariangela Cersosimo

 

L’epilogo di questo traguardo che ha visto protagonisti questi sei giovani è merito anche di una lucana Prof.ssa Mariangela Cersosimo, che li ha seguiti, come docente e come tutor.

Mariangela Cersosimo, figlia di un paesino della Lucania, Chiaromonte, da oltre dieci anni è ricercatrice presso l’Università telematica Internazionale Uninettuno, è stata docente di Psicologia presso l’Università LUMSA di Roma e LUMSA di Gubbio, l’Università Europea di Roma.

Siamo fieri di questa figlia della nostra terra che non solo si è affermata nel mondo accademico, ma è andata oltre, facendo si che questi ragazzi riacquistassero la fiducia nello studio e nelle loro capacità di progettare il proprio futuro.

Un giorno importante è stato sabato 25 febbraio, sia per i protagonisti, che per tutti coloro che credono nell’idea della riabilitazione e nel recupero delle persone con difficoltà e con disagio sociale, alla Prof.ssa Mariangela faccio un augurio e un ringraziamento per quanto ha fatto per questi ragazzi e per ciò che farà in futuro.

 

Commenti

  1. Luigi ha detto:

    Brava Mariangela Auguri

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi