Il fine vita è una decisione strettamente personale.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

In risposta all’articolo di Beatrice Ciminellidi eutanasia e altri disastri” del 21 aprile u.s.:
ho letto con interesse il Suo articolo e spero che non me ne voglia se scrivo un commento “non allineato”.
Fare di tutta l’erba un fascio non ha mai aiutato a comprendere i problemi; al contrario, li rende così confusi che il risultato sarà solo quello di rimandare, accantonare, non decidere.
Dopo dieci anni che il nostro Paese cerca di riconoscere al malato terminale una dignità di fine vita, il Senato, finalmente, si appresta a decidere.
Si tratta di dare al cittadino una possibilità in più. Non l’unica.  Non certo di un obbligo. Un diritto ad una libera scelta.
Lo stesso Papa Francesco nell’appellarsi alla misericordia, ha invitato tutti, parroci e fedeli, a valutare caso per caso sui temi etici, evitando battaglie frontali, contrapposte, che tanto danno hanno procurato nei secoli alla stessa Chiesa ed ai popoli.
Purtroppo le campane a morto suonate da alcuni parroci nel giorno della approvazione del disegno di legge alla Camera, sembrano contraddire ed oscurare questo meritevole messaggio papale.
Quella del fin di vita è una decisione personale, privata quanto libera e della quale ciascuno di noi ha intimamente  e legittimamente paura.

Quanto alla scelta della Regione Lazio di organizzare bandi per medici non obiettori è giusta e doverosa, vista l’ipocrisia che, in questo campo, permea l’obiezione di coscienza.
Proprio per evitare che il cerchio, da Lei ben descritto, si chiuda la struttura pubblica o privata che sia ha il dovere, l’obbligo di dare comunque seguito alla DAT.

Anche in questo caso la volontà della paziente ad abortire deve ritenersi vincolante  e preminente.
Questo è  Stato di diritto; non indifferenza morale.

Ringrazio per la cortese attenzione e porgo i miei migliori saluti.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi