Scegli Gesù per essere libero…

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Spesso la libertà è confusa con l’assenza di limiti in ciò che si vuole fare, fino a costruire le prigioni della propria vita e giungere all’agonia della gioia, alla morte ed alla disperazione.

Innocenza Ciancia

Tutto ciò che diverge dal bene e ci fa sentire padroni di noi stessi, ci incita a sentirci superiori agli altri, ci fa dimenticare di essere creature amate ma anche ubbidienti, ci porta alla distruzione, al male per sé e per gli altri. Si tratta di illusioni diaboliche ( per chiamarle con il nome esatto) che versano il veleno in coppe d’argento per uccidere il re e tutti i commensali.

Tutti cercano la felicità!

Spesso si seguono strade sbagliate per raggiungerla realmente ed allora si intrecciano altre scelte che continuano a buttare la persona nella perdizione.

Si vuole essere padroni di sé , del proprio corpo, della dimensione affettiva , si vive una sessualità sfrenata per essere liberi, si abortisce o si usa la pillola del giorno dopo, si decide della sorte degli ammalati…( per migliorare la qualità della vita !!!!)

Questo  ci fa essere felici ?

Forse non ci accorgiamo che gli ambulatori degli psichiatri sono sempre più affollati?

Forse non ci chiediamo perchè molti giovani ed adulti sono sconsolati perchè non riescono a trovare il senso della vita?

Ebbene queste sono le conseguenze di una società scristianizzata  che non è atea ma ignora Dio, nella propria vita.

E’ difficile ammettere che molte sofferenze e dolori sono conseguenze dei peccati commessi. Il peccato mette disordine nel corpo e nello Spirito. Un alcolizzato, ad esempio, manda in rovina la salute fisica e morale. Il peccato paralizza gli arti dello spirito, spegne il desiderio delle  realtà del Cielo,   la preghiera, l’amore gratuito e tutto ciò che serve per la vita Eterna. La via del peccato, all’inizio, dà l’impressione di essere forti ed  appagati, per indurre a peccare sempre più, fino a sentire l’odore della morte dentro se stessi. Quando una persona pensa di sfruttare tutti i piaceri della vita, senza controllo e senza Dio, si accorge, poi, che quei piaceri le hanno succhiato la vita vera. Dopo una vita dissoluta è facile sentirsi un cumulo di ossa inaridite  ed allora bisogna rinunciare a Satana  ed a tutte le opere di malvagità ed ipocrisia che ha compiuto.

Dinanzi alla tristezza del cuore  provata da chi lacera il Sacramento del matrimonio con l’adulterio ed i vizi ….

Dinanzi all’insoddisfazione dell’avaro che ha rubato ed ingannato per accumulare i suoi tesori…..

Dinanzi alla delusione della stella del cinema o della spettacolo che ora non ha il senso di vivere perchè non è più sulla cresta dell’onda ….

Bisogna inginocchiarsi davanti ad un Crocifisso , meditare la Sua Sofferenza , morte e Resurrezione, chiedere ad un Sacerdote la Confessione e si ricomincia a vivere con l’alimentazione della linfa della vita vera.  Nessuno è escluso, nessun peccato è così grande da non essere perdonato, l’importante è essere pentito; questo perdono che si riceve da Dio  comunica tanta voglia di vivere. Gesù è venuto a portare la vita ed in abbondanza. Spesso si ricorre solo alla terapia psicoanalitica  e si dimentica la Teologia del perdono  che viene concesso dalla Chiesa .  Una vera  Confessione , sorretta dalla volontà di ricominciare una vita nuova, ricca, gioiosa perché appoggiata alla Croce di Cristo, al Suo Sacrificio di Redenzione, rigenera chiunque è vissuto sotto il potere del male e del peccato perché fa nuove tutte le cose.

Cari lettori , le mie non sono tesi o ideologie che devono convincere  la gente, è un invito forte  a lasciarsi incontrare da Dio ed a lasciarsi , attraverso i Sacramenti e la Chiesa, per rinnovare il mondo con la forza dello Spirito Santo. E’ l’invito  a fare esperienza di fede, preghiera, vita secondo il Vangelo, per scoprire e provare una forza nuova che si può più provare che descrivere!

Forse qualcuno questa sera  è pronto per  dare inizio ad una vita nuova o più profonda?

Grazie perché avete letto!  Questo è già un dono del Signore che ci ha uniti in questa condivisione….sulla via dell’Amore e della Santità quotidiana.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi