Elegia per Carlo Di Giacomo

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Elegia per Carlo Di Giacomo

(parente e amico carissimo)

Il vento di settembre

come foglia

t’ha strappato all’albero

e sei volato via.

Carlo, amico mio,

te ne sei andato

col tuo volto buono

e il dolce tuo sorriso

nel brivido della luce

del mattino.

Cuore impàvido

Che ha retto l’urto dell’onda

nell’ora avversa del destino.

Il pianto avrai

riconoscente

dei tuoi figli.

…E il mio.

Carlo, addio!

 

Filippo

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi