Francavilla in Sinni: Comunicato Stampa – PD – Partito Democratico

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

In data 10 marzo u.s., presso la sede del Circolo PD di Francavilla in Sinni (PZ), su convocazione del Commissario, i tesserati ivi riuniti in assemblea dopo lungo ed articolato dibattito sottopongono alla Direzione Regionale del Partito le proprie conclusioni.

Il risultato che si consegue con le Primarie Aperte non è rappresentativo della realtà elettorale! Nella Regione Basilicata in suffragio del Segretario Mario Polese si sono “spese” oltre 55000 persone mentre di soli 50000 i voti raccolti dal Partito alle elezioni politiche appena consumate, tanto per cui le Primarie si ma solo ed esclusivamente aperte ai TESSERATI.

Rinviare i congressi Provinciali e di Circolo ha contribuito alla disfatta elettorale essendo i Circoli il primo strumento di “presenza” del Partito nei territori ed il suo naturale megafono, la scelta del Segretario Polese si è rivelata FALLIMENTARE.

Chiarito che il dove ricominciare l’azione politica è la base organizzata in circolo, il come ne è logica conseguenza: è tramontata ed anacronistica la selezione delle candidature nel ristretto dei salotti dove le varie correnti si confrontano e scontrano solo spinte da logiche di potere e posizionamento.

Il Partito Democratico è altra cosa!

E’ urgente l’organizzazione di Circoli Territoriali dove i rappresentanti dei Circoli Comunali possano avviare un confronto politico che ha in se le attese dei posti e delle persone che rappresentano.

Nei territori si compie la democrazia partecipativa, si elaborano proposte, si confrontano le idee, si programma il futuro. Basta quindi ai Circoli come luogo di mera ratifica; è questo il posto deputato al confronto e nella sintesi l’indicazione sulle candidature terrà presente il contesto politico degli ambiti locali essendone espressione più autentica.

Maurizio Martina e Matteo Orfini

 

Certi che di Democratico nel nostro Partito non ci sia solo e soltanto il sostantivo, auspichiamo per il prossimo futuro un radicale cambiamento che ci riporti all’aggettivo nel quale tutti ci siamo riconosciuti dalla sua fondazione, fatto di pluralità, partecipazione popolare e politiche condivise.

 

IL COMMISSARIO DI CIRCOLO

(Giuseppe DI GIACOMO)

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi