Cabiria – studi di cinema – la rivista del Cinit apprezzata da Papa Francesco

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Si intitola Cabiria – studi di cinema la storica rivista quadrimestrale fondata a Venezia dal Cinit – Cineforum Italiano (edita unitamente a Le Mani, Genova) giunta al suo 186° numero. Diretta da anni dal critico e docente Marco Vanelli (peraltro vicepresidente del Cinit, insieme a chi scrive e ad Alessandro Cuk), Cabiria è un puntuale e corposo appuntamento per critici e studiosi di quel mondo che ha ormai radici secolari. Avvalendosi della collaborazione di affermati critici e di accademici, il mondo della celluloide viene analizzato fin dalle origini, con curiosità e critiche che trattano di film e di autori (anche recenti) e che ne hanno fatto la storia.                                                            Ma abbiamo di recente scoperto che Cabiria si pregia di un lettore speciale: è papa Francesco il quale, mediante il suo strettissimo collaboratore Fabiàn Pedacchio, ha scritto proprio al direttore la mail che riportiamo di seguito:

Armando Lostaglio

 

From: Fabián Pedacchio

Sent: Saturday, November 18, 2017 7:53 AM

To: timoka@tiscali.it

Subject: Dal Papa Francesco

 

Sig. Marco Vanelli, Grazie per la sua riflessione su “La Strada“. Mi è piaciuta e mi ha fatto bene perché tante volte “con la mia testa di carciofo” non riesco a capire. Grazie. Per favore, non si dimentichi di pregare per me. Che il Signore La benedica e La Madonna La custodisca.                Fraternamente.   Francisco.

Un riconoscimento, dunque, che viene da una personalità così straordinaria come papa Francesco, non può che suscitare una profonda soddisfazione per il lavoro svolto in questi anni. Una intensa e costante attività avvalorata sia nella “scientifica” rivista Cabiria (il Papa ne ha stimato la riflessione sul capolavoro di Fellini) che nelle innumerevoli operazioni di cultura cinematografica che i cento Cinecircoli aderenti al Cinit svolgono in quasi tutte le regioni italiane.

Il Cinit, fondato oltre 50 anni or sono, è presieduto dal critico Massimo Caminiti ed il CineClub Vittorio De Sica di Rionero vi aderisce da quasi un ventennio. Altri circoli sono stati via via fondati in regione, da Barile (il P.P. Pasolini) a Pietragalla a Banzi. Sia Marco Vanelli che Massimo Caminiti sono stati ospiti a Rionero nelle passate edizioni di CinEtica, – a cura del “De Sica” – in occasione della presentazione agli alunni delle scuole dell’obbligo del cortometraggio di Mario Soldati Chi è Dio (1945), il cui restauro è stato sostenuto dal Cinit.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi