Ricordiamoci la Storia, per non sbagliare

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Le elezioni politiche del 4 marzo u.s. hanno visto una buona affermazione del centro-destra, un ottimo successo del Movimento 5 Stelle e una pesante sconfitta del Partito Democratico. Nel Parlamento però nessuno schieramento autonomamente raggiunge la maggioranza  per la formazione del nuovo Governo.

Luigi Di Maio

Dopo oltre un mese  dalla data delle elezioni, il Presidente della repubblica , costatando una situazione di stallo tra le forze parlamentari si è  riservato, dopo una proroga ai partiti di alcuni giorni per trovare una possibile intesa, la prerogativa costituzionale di designare egli stesso un Presidente del Consiglio per la formazione di un Governo  nella pienezza delle sue funzioni.

Dal mio punto di vista, l’unica possibilità  di formare una maggioranza è  l’incontro tra il M5S e il PD.

Perché? Certamente perché  la nuova sinistra è  proprio il Movimento 5 Stelle e poi perché  il Partito Democratico deve scusarsi  e rimediare di fronte ai tanti elettori che lo hanno abbandonato agli errori del passato che lo hanno portato a confondersi con Berlusconi. Insomma deve fare un bagno di umiltà, deve andare a Canossa, per ritrovare  i valori per cui il partito è  nato.

Insieme, M5S e PD, devono fare alcune cose:

1)misure per abbattere la povertà,

2)introduzione dell’art.18;

3)modifica della legge Fornero;

4)riforma della giustizia e moralizzazione della cosa pubblica;

5)politiche per il lavoro e la crescita.

Cose di sinistra.

Quando nel 1919, subito dopo la Grande Guerra, il Partito Socialista Italiano e Partito Popolare non trovando un’intesa per la formazione del Governo stabile aprirono la strada al Fascismo nel 1922 con Mussolini.

Movimento 5 Stelle  e Partito Democratico tenete presente che se Salvini va al Governo, va la destra, che in Europa si affianca ai nazionalisti Le Pen, Orban e  compagnia.

Quindi fate un grande sforzo, trovate un’intesa. Ricordate il 1919.

Commenti

  1. Antonio Fortunato ha detto:

    Movimento 5 Stelle e Partito Democratico ricordate inoltre che nel 1994 Occhetto (PDS) e Martinazzoli (Partito Popolare) non fecero un accordo e le elezioni le vinse Berlusconi.Un altro disastro per l’Italia.Non mi voglio ripetere.

  2. Ernesto Calluori ha detto:

    Il Movimento 5 Stelle, indubbiamente rappresenta la nuova sinistra. Renzi aspetta che si concluda questa fase e si troverà, flnalmente, l’intesa con questa alleanza.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi