Aurora

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Aurora

Il blu della notte sbiadisce

Tacita letizia si spande:

È un annuncio,

 

è un crescendo che varia di me

Quel che dentro si unisce ai colori

Che vivi si accendono e sfumano.

Contrastano imponenti

Le creste collinari

Nel biancore dell’alba.

L’attesa si appaga.

In sequenza colgo gli attimi

Che impiegano i tuoi passi

 

Mentre veloce avanzi, Stella del mattino

Con la criniera ancora infuocata

In mezzo alla sinfonia

Del rosso cangiante

Del giallo brillante

Del rosa velato e

L’azzurro diffuso.

Un subbuglio nell’anima

Una piacevole ansia, è un miscuglio e

Non lo so spiegare.

Ecco, si accende più forte il bagliore:

è sorta l’aurora, annuncio di un giorno

di luce e fulgore.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi