Sorelle di sangue (Sin City Produzioni Esecutive di Andrea Bruschi)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Venosa. Le riprese del film Sorelle di sangue, diretto da Andrea Riccardo Bruschi per la Sin City Produzioni Esecutive, sono giunte al giro di boa nella cittadina oraziana. La produzione toscana ha voluto fortemente che le scene, in questa prima fase del film, fossero girate a Venosa e dintorni, “essendo stati – afferma il regista – colpiti dalla bellezza dei luoghi, oltre che dalla millenaria storia di Venosa”.

Sorelle di sangue è una storia di amicizia fra donne che non conosce pregiudizi razziali, e che illumina i momenti più oscuri delle nostre vite con la purezza dell’amore.

La sceneggiatura, scritta da Anett Kovats e dallo stesso Bruschi, tratta di un rapporto che cambia la visione del mondo di due ragazze. L’opportunità di vedere le cose l’una con gli occhi dell’altra le fa diventare persone migliori e fa loro capire che, nonostante le differenze fisiche e culturali, nel profondo delle nostre anime, vige un senso di fratellanza e di solidarietà.

Il cast del film si pregia della presenza di una delle più grandi attrici viventi, Erika Blanc (oltre 100 film girati e tantissimo teatro), la quale ha un ruolo chiave nel film, oltre ad aver preso per mano le giovani attrici del cast: Martina Pinzani, Rausy Giangaré, Noemi Cusato, Valentina Sorice (i cui genitori sono originari di Venosa), Oly Orihuela e la lucana Chiara Lostaglio. I ruoli maschili sono interpretati dallo stesso regista Andrea Bruschi e Pierangelo Menci, già protagonisti del piccolo e grande schermo. Un ruolo nel film anche per Maurizio Bernocchi e Matilde Calamai.

Chiara Lostaglio e Erika Blanc

Nelle prossime settimane il set si sposterà nel centro storico di Prato dove il cerchio della storia si chiuderà, celebrando uno straordinario connubio fra le due storiche città.

“L’attrazione verso la Basilicata ed in particolare verso la città di Venosa è stata fatale – spiega il regista Bruschi alla sua opera prima – e va oltremodo evidenziato che l’accoglienza ed il calore manifestati dall’intera città, a partire dall’amministrazione comunale, sono stati di indispensabile aiuto.”

Carmela Sinisi, assessore alla cultura della città oraziana, ha messo in luce l’importanza di aver ospitato una produzione cinematografica che ha scelto Venosa quale location privilegiata. Il tessuto sociale ed economico della città, infatti, ha risposto con grande entusiasmo al progetto culturale, fornendo risorse ed adeguate strutture al fine di ottimizzare a livello produttivo la buona riuscita del film. Peraltro, il regista ha fortemente voluto che comparse e figurazioni fossero del luogo, avvalendosi anche del contributo dello storico CineClub “De Sica.”

La postproduzione del film sarà conclusa entro la fine dell’anno, e la distribuzione a cura di Whale Pictures è prevista per i primi mesi del prossimo, auspicando la partecipazione ad importanti festival internazionali.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi