Salva la tua lingua locale – Filippo Di Giacomo al primo posto della sezione Prosa inedita (dialetto di Francavilla in Sinni, PZ)

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Vi sono anche dei lucani tra i vincitori della sesta edizione del premio letterario nazionale “Salva la  tua  lingua  locale”. Si tratta di Salvatore Pagliuca, al terzo posto per la sezione Poesia edita con ‘Nummunàt’, “Nomea”, Arcipelago Itaca, Osimo (AN) 2018, (dialetto di Muro Lucano, PZ), Giuseppe Rovitto, al secondo posto per la sezione Prosa edita – settore etnolinguistico con “Le parole scomparse – Dizionari innamorati senisari e lucani” Risguardi Edizioni, (dialetto di Senise, PZ), Filippo Di Giacomo al primo posto della sezione Prosa inedita (dialetto di Francavilla in Sinni, PZ), Francesco Triunfo al terzo posto per la sezione Musica (dialetto di Miglionico, MT). Menzioni speciali alle Pro Loco di Barile, Genzano di Lucania, Vietri di Potenza, Miglionico, Senise, Francavilla in Sinni per l’impegno nella diffusione sensibilizzazione alla partecipazione.

Filippo Di Giacomo

L’appuntamento con la  cerimonia di premiazione è il 14 dicembre  alle ore 10 nella sala  Promoteca del Campidoglio a Roma. Condurrà l’evento il giornalista Massimo Giletti, co-conduttrice Veronica Gatto.

“Un risultato eccezionale per la Basilicata – commenta il presidente Pro Loco Unpli Basilicata Rocco Franciosa – sia dal punto di vista numerico, avendo ottenuto una piccola regione come la nostra ben quattro premi su cinque sezioni e sei menzioni speciali, sia da un punto di vista della qualità dei riconoscimenti. Segno di un interesse diffuso nelle nostre comunità a mantenere vivo il forte legame con la tradizione che è stato anche lo spunto per attivare sui territori, grazie all’incessante lavoro delle Pro Loco lucane, corsi sul dialetto locale con la partecipazione della professoressa Patrizia Del Puente, docente di glottologia e linguistica all’Università di Basilicata e direttrice del Centro interuniversitario di ricerca in dialettologia, che sta portando avanti uno straordinario studio sul dialetto. In questo contesto, i premi assegnati sono l’ulteriore riconoscimento del ruolo di divulgazione e salvaguardia del patrimonio immateriale che le Pro Loco di Basilicata ricoprono”.

Cinque le sezioni previste, tutte a tema libero, in uno dei dialetti o delle lingue locali d’Italia: poesia edita a partire dal 1° gennaio 2016; prosa edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali); poesia inedita; prosa inedita; musica (brano in dialetto Brani originali in dialetto e/o lingue locale e canti popolari della tradizione).

Il premio è stato istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco e da Legautonomie Lazio ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.

Elaborati e composizioni delle categorie “prosa” e “poesia” sono stati valutati dalla giuria composta da docenti e linguisti, diretta dal presidente onorario Giovanni Solimine, docente universitario, direttore del dipartimento di “Scienze documentarie, linguistico-filologiche e librarie e geografiche” de La Sapienza di Roma e presidente della Fondazione “Maria e Goffredo Bellonci” che si occupa di promozione della lettura e organizza il Premio Strega. La giuria è presieduta da Salvatore Trovato ed è composta da: Franco Brevini, Luigi Manzi, Plinio Perilli, Davide Rampello, Giancarlo Schirru e Angelo Zito.

La selezione della sezione musica è stata curata dalla giuria presieduta da Toni Cosenza e composta da: Andrea Carpi, Marco Rho, Rosario Di Bella, Pasquale Menchise, Sonia Meurer, Matteo Persica, Paolo Portone, Elisa Tonelli, Tonino Tosto.

Salva la tua lingua locale” nel corso delle edizioni ha ricevuto il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e un premio di rappresentanza della Presidenza della Repubblica.

Dando continuità alla scelta compiuta nella scorsa edizione al fine valorizzare al meglio il lavoro svolto dagli studenti la premiazione della sezione Scuola avverrà il 21 febbraio 2019: a curarne la supervisione la presidente della Ong “Eip – Scuola Strumento di Pace”, Anna Paola Tantucci.

Fonte: https://www.unplibasilicata.it/premio-letterario-nazionale-salva-la-tua-lingua-locale-2018-quattro-premi-alla-basilicata-su-cinque-sezioni/

Commenti

  1. Flora Febbraio ha detto:

    Bellissima notizia, riempie di soddisfazione e orgoglio. Congratulazioni vivissime a Filippo custode delle tradizioni e della storia delle nostre origini con i suoi racconti e le sue poesie in lingua dialettale autentica, testimonianza delle radici di ciascuno.

  2. Ernesto Calluori ha detto:

    IL 14 DICEMBRE 2018 ALLE ORE 10 PARTECIPERO’ CON VIVO COMPIACIMENTO ALLA PREMIAZIONE DEL PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “SALVA LA TUA LINGUA LOCALE” CHE TI VEDE AL PRIMO POSTO – DELLA SEZIONE PROSA INEDITA (dialetto di FRANCAVILLA IN SINNI) -TRA I VINCITORI DELLA SESTA EDIZIONE. COMPLIMENTI !

    Non a caso, il dialetto (che ancora conservo), rimane la lingua di comunicazione primaria e identitaria.

  3. Giovanni Gazzaneo ha detto:

    Con le tue opere hai apportato un prezioso contributo alla nostra letteratura.Congratulazioni vivissime, Filippo!

  4. Vincenzo De Paola ha detto:

    La passione di Filippo per “killi paróhə andíkə” e ppu “múnnә ‘i ‘na vótä”, insieme ad una innegabile arte narrativa, ottengono finalmente il giusto riconoscimento.
    Congratulazioni.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi