Poetando Matera

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Un’anteprima del libro in prossima uscita di “Poetando Matera” di Giovanna Saporito.

Giovanna Saporito

Questi versi li dedico a te

un tempo terra dolente

al respiro di speranza,

alle nascoste lacrime

all’urlo del cuore che

ha stimolato il cambiamento.

Questi versi li dedico a te

incastro di ciottoli di tufo

ai sogni, alla realtà,

all’orgoglio, alla grande avventura,

scritta in ogni luogo,

alla tua armonia sublime

che va tra i tortuosi sentieri.

Questi versi li dedico a te

che ti ergi imperiosa

sagoma di donna fatale,

a te città groviglio di case

ripidissime rupi, valli profonde, gradoni …

dove si cammina non si corre.

Questi versi li dedico a voi segni del tempo,

a voi sassi ricchezze vere, tracce che

non si potranno mai cancellare.

 

 

POETANDO MATERA“ è un insieme di pensieri, un omaggio alla bellezza di questa città, l’orgoglio di essere lucana. Nel 1993 l’UNESCO dichiara i Sassi di Matera Patrimonio Mondiale dell’Umanità, 6° sito in Italia in ordine cronologico, il primo nel meridione.

Piazzetta Pascoli

In occasione di questa iscrizione, per la prima volta l’UNESCO utilizza nei criteri e nelle motivazioni il concetto di Paesaggio Culturale, poi il 17 ottobre 2014 Matera è stata designata Capitale Europea della Cultura per il 2019.

 

SONO LUCANA

Sono lucana, il cuore mi chiama

sorride allo splendido destino

di Matera una delle città più antiche del mondo

onora la valenza della memoria

di Matera città della Lucania.

Sono lucana, il cuore ode

echi ovattati di tante tradizioni

nel silenzio dei suoi vicoli sprigiona

un immenso chiarore “pare un cielo stellato”,

umile e semplice ma ogni città oscura.

Sono lucana, il cuore vede segni indelebili,

Matera sopra i colli, sedute le chiese

Sopra le case, tra arcane voci ammira

le calde aurore, insegue i rossi tramonti,

nel sussurro lieve del vento.

Sono lucana, il cuore immagina

nel ventre delle case ingenui segreti d’amore

sbiadite immagine di volti scolpiti da tante fatiche,

di mani callose, avi di un tempo che fu miti,

pastori, briganti, occhi lacrimosi testimoni del tempo,

di quella storia antica in questo luogo di fatica

“dura la vita nella tua fatica”.

Meditando porto il pensiero e raccolgo

le voci soffiate, le generazioni in sofferenza,

la polverosa solitudine di quel tempo liberato.

Meditando lascio lo spazio all’ingegno,

all’arte in cammino, alla meta sognata.

Sono lucana, terra del mio sud.

 

INCANTO

 

Tanti coni rovesciati

un groviglio Civita e Piano

mille sfumature, intreccio di contrasti

impasto di sole e argilla

nelle rocce riflessi sogni antichi.

Questa è MATERA, un territorio dalla grande offerta culturale che si presta ai componimenti poetici, scritti che nascono dallo stupore e dalla seduzione, i sassi sono l’arma di seduzione magnetica senza limiti di bellezza. Tra questi sassi vita sana e rilassante che sollevano la nebbia intorno alle storie, che sparisce nella complessa miscela di epoche custode della memoria. Con “POETANDO MATERA“, raccolta di poesie dedicate alla città dei sassi, non faccio altro che far diventare parole lo stupore e la seduzione di questa terra lucana.

 

COLLI E PENDII

 

Colli argillosi pendii lunari

strade tortuose labirinti di grotte

stavn dé e niscn navvirtav,

rocce e cielo, aria dal profumo di tiglio

gradoni scoscesi, ciottoli calpestati

stavn dé e niscn navvirtav,

borghi arroccati, passato difficile

povertà e orgoglio, oblio e poesia

addò guard guard è la fest

MATERA ié tutta una chianir

da la sar alla matin.

MATERA

Sasso Caveoso Sasso Barisano

cascate di pietra bianco panorama

un quadro ad intarsio grotte parlanti

di antichi riti l’eco si sente

bellezza selvaggia ti prende, ti travolge

ti porta per mano nella arcaico fluire.

FRAMMENTI

 

Molli frammenti dolente metafisica

respiro di vita saggezza di pietra,

imbuto di sassi il cimitero un terrazzo

i sassi respirano sono vivi

una lacrima scende le foglie cantano

gli uccelli volano sospira la luna

brulica l’arte, un magnifico quadro d’autore.

Molli frammenti, variopinti riflettono il cielo

di stelle lucenti, un mondo nuovo completa

l’essere umano e guarda lontano.

Con linguaggio chiaro, con stile gradevole vi prenderò per mano e vi condurrò nel mondo materano, con visioni, personaggi e sensazioni che resteranno nell’anima perché sono riuscita a cogliere le meraviglie della vita e della natura materana anche nelle cose più semplici. Matera ci offre una preziosa linfa vitale su cui riflettere e “POETANDO MATERA“ racconta il fascino e la genuinità del sud d’Italia, racconta di una città provata dal passato ma di un luogo molto paziente che ha saputo riscattarsi.

 

One Response to Poetando Matera

  1. Flora Febbraio ha detto:

    Quando i sentimenti ed i legami con i luoghi di origine, sono autentici, le parole sgorgano come sorgente e mandano emozione. Complimenti., signora Giovanna.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi