I Sindaci prima dei Podestà. Non tutti i cittadini potevano votare.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Dal 1861, anno dell’Unità d’Italia, fu introdotta la legge comunale e provinciale piemontese del 23/10/1859 con cui i Consiglieri comunali venivano eletti dai cittadini che ne avevano titolo; mentre il Sindaco venivano nominato con decreto reale.

Municipio di Francavilla in Sinni

In seguito, con il T.U. n. 269 del 21/05/1908 il Consiglio comunale fu eletto dai cittadini e la nomina del Sindaco e della Giunta municipale fu attribuita all’Assemblea Consiliare. Con la legge elettorale del 30/06/1912 potevano votare sia alle Elezioni politiche che amministrative soltanto gli uomini che godevano di titoli specifici. Ciò premesso, dobbiamo precisare che l’Archivio del Comune, a causa dell’incendio del Municipio, verificatosi nella notte tra il 21 e il 22 agosto del 1914, è stato completamente distrutto e quindi non possiamo avere notizie storiche antecedenti.

ins. Giuseppe Pangaro

Il mio maestro delle scuole elementari, Giuseppe Pangaro, ricordava che suo zio Nicola Di Ranni assistette all’incendio che fu sicuramente doloso escludendo quindi un circuito elettrico perché la corrente non c’era. Alcuni cittadini che non avevano diritto al voto, per protestare contro l’aumento delle tasse imposto da una classe minoritaria di ricchi che amministrava il Comune, mise fuoco all’edificio. Si salvarono solo i muri di calce e pietre. Il Municipio venne trasferito in Via Mazzini fino alla ricostruzione dell’attuale sede municipale completata il 1933.

Nel 1862-63 Sindaco del Paese era Angelo Campana e gli altri amministratori erano: don Giuseppe Nicola Viceconte, don Nicolino Ciminelli, don Nicola Console, don Nicola Ferrara, don Gaetano Ferrara e don Titto Pisciotelli. I medici erano: don Nicola Grimaldi e don Luigi Grimaldi; Segretario Comunale (Cancelliere) era don Biagio Mango. Questo è una parte dell’assetto sociale in Francavilla come risulta dalla documentazione relativa al sequestro Grimaldi da parte del brigante Antonio Franco. Dal verbale della deliberazione consiliare n. 7 del 28/01/1901 risulta Sindaco Gaetano Ferrara.

Municipio Francavilla

Dal frontespizio della deliberazione consiliare n. 28 del 07/07/1909 risulta Lugi Bonfantino Assessore facente funzione da Sindaco perché il titolare dimissionario.

Amministrazione comunale 1910-13

Sindaco: Cav. Avv. Giuseppe Nicola Viceconte

Comm. Avv. Giuseppe Nicola Viceconte

Con deliberazione consiliare n. 61 del 31/12/1912 è stato dato mandato al Sindaco di fare proteste presso il Governo del Re al fine di opporsi all’espropriazione della sorgenteCiravola” della nostra montagna del Caramola per portare l’acqua a Senise e dalla deliberazione consiliare n. 52 del 30/12/1913, avente oggetto “proteste per l’espropriazione dell’acqua Caramola”, si apprende che le sorgenti sono state espropriate (non è vero quindi come si racconta che l’acqua sia stata venduta).

Amministrazione comunale 1914-20

Sindaco: Cav. Luigi Grimaldi

Segretario comunale: Francesco Mango

 

Amministrazione comunale 1920-23

Sindaco: Avv. Ottorino Viceconte

Avv. Ottorino Viceconte

Con deliberazione consiliare in data 02/03/1922 è stata preso atto delle dimissioni dell’Avv. Ottorino Viceconte il quale ha trasferito la sua residenza a Lagonegro per motivi della sua professione forense a Lagonegro. Subentrò il Sig. Vincenzo Buccino.

Amministrazione comunale 1923-26

Sindaco: Michele Pierri (eletto con deliberazione consiliare n. 57 del 15/12/1923). Durò in carica fino al 1926 quando fu designato Podestà.

In tutti quegli anni le amministrazioni svolgevano l’ordinaria amministrazione: anagrafica ed emigrazione. Il paese avvertiva molto l’isolamento dal resto del mondo: non avevamo la strada provinciale. Nel paese non c’era ricambio della classe dirigente perché pochi avevano il diritto al voto, come risulta ottimamente dal dizionario dialettale francavillese dell’Avv. Luigi Viceconte.

Pierri Michele

Siamo arrivati, a questo punto, all’era dei Podestà già descritta. Prossimamente parleremo dei sindaci eletti dopo la proclamazione della Repubblica.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi