Amore è

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Il Santo protettore degli innamorati è SAN VALENTINO, vescovo di Terni e martire a Roma. Era un vescovo che guidava i giovani al matrimonio e li incoraggiava alla procreazioni. Ci sono alcune leggende sul Santo dell’Amore ad esempio il Santo martire amante delle rose, si dice, regalasse alle coppie di fidanzati questo fiore augurando loro un’unione felice …

Giovanna Saporito

L’ origine della festa coincide con il tentativo della Chiesa cattolica di «cristianizzare» il rito pagano per la fertilità. Per gli antichi romani Febbraio era il periodo in cui ci si preparava alla stagione della rinascita, e a metà mese, fin dal quarto secolo a.C., iniziavano le celebrazioni dei Lupercali, per tenere i lupi lontano dai campi coltivati. Secondo la leggenda i sacerdoti di questo ordine entravano nella grotta in cui la lupa aveva allattato Romolo e Remo, e qui compivano sacrifici propiziatori, in contemporanea lungo le strade della città veniva sparso il sangue di alcuni animali. Nel frattempo i nomi di uomini e donne, che adoravano questo Dio, venivano inseriti in un’urna e un bambino, poi, estraeva i nomi di alcune coppie che per un intero anno avrebbero vissuto in intimità affinché il rito della fertilità fosse concluso.

Ma come si giunge da questi riti alla festa degli innamorati e a San Valentino? I padri precursori della Chiesa decisero di mettere fine a questa pratica e quindi trovarono un Santo degli innamorati per sostituire l’immorale Lupercus. Nel 496 d.C. Papa Gelasio annullò la festa pagana decretando che venisse seguito il culto di San Valentino. Perché Valentino fu scelto come patrono degli innamorati? Valentino è considerato il patrono degli innamorati poiché la leggenda narra che egli fu il primo religioso che celebrò l’unione fra un legionario pagano, Sabino, e una giovane cristiana, Serapia. La cerimonia avvenne in fretta, perché la giovane era malata, e i due sposi morirono, insieme, proprio mentre Valentino li benediceva. A chiudere il cerchio della tragedia sarebbe poi intervenuto il martirio del celebrante. Il giorno di San Valentino, festa degli innamorati, così come lo si conosce oggi, è molto diverso dalla ricorrenza voluta da Gelasio I, quando la giornata aveva semplicemente un orientamento religioso e di preghiera. Il giorno del 14 febbraio, giorno romantico e affettuoso sembra essere nato in tempi più recenti, ovvero nel 1400 inglese, quando venne ricordato il fidanzamento tra Riccardo II con Anna di Boemia. In alternativa, la ricorrenza viene associata al 14 febbraio 1400 in Francia, quando venne istituito l’ ”Alto Tribunale dell’Amore”, una istituzione pensata per risolvere le controversie legate alle relazioni sentimentali, ai tradimenti, al rispetto della donna e …

San Valentino

Innamorarsi è raro, ma non difficile.
La vera impresa è conservare quel sogno d’amore anche dopo la sua trasformazione in realtà. Perché se incontrarsi resta una magia, è non perdersi la vera favola.
(Massimo Gramellini)

“Innamorarsi”, l’imprevista caduta delle barriere che esistevano fino a quel momento fra due estranei.
(Erich Fromm)

Non darmi il tuo corpo modellato dalla palestra.
Dammi occhi che raccontano una storia, una mente aperta e ribelle e un cuore che sente. E poi portami in un prato e mostrami come ogni filo d’erba si piega in modo diverso a seconda del vento e della luce.
Allora sì, mi potrò innamorare.
(Fabrizio Caramagna) 

 

GLI INNAMORATI

Due occhi vogliosi, due anime impazienti

due sguardi intensi, due cuori vibranti

due voci tremanti, due sorrisi rassicuranti

due mani bramose, due corpi amanti

d’amore godono tutti gli istanti …

AMORE E’

L’amore è uno dei sentimenti più belli e più nobili dell’animo umano, è il legame più forte e importante che unisce tra loro le persone ed è alla base delle relazioni umane e della società.

Amare non è guardarsi l’un l’altro, ma guardare insieme nella stessa direzione. (Antoine de Saint-Exupery)

L’amore immaturo dice: “Ti amo perché ho bisogno di te”. L’amore maturo dice “Ho bisogno di te perché ti amo”. (Erich Fromm)

Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato ama il tuo peccato e sarai innocente. (William Shakespeare)

Ti amo per tutto ciò che sei, tutto ciò che sei stato, tutto ciò che devi ancora essere. (Ernest Hemingway)

In un bacio, saprai tutto quello che è stato taciuto.

(Pablo Neruda)

 

Che cosa resta della vita, se non l’aver amato?

(Victor Hugo)

Non c’è amore sprecato.

(Miguel De Cervantes)

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi