Giornata Mondiale della consapevolezza sull’AUTISMO: la Torre Angioina di Ruvo d.M. si tinge di Blu

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

La Torre Angioina di Ruvo del Monte è fra i monumenti italiani che stasera, in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo (World Autism Awareness Day), si tingeranno di blu.

Solo undici i paesi lucani che hanno aderito alla bella iniziativa. In tutto il mondo, migliaia di monumenti che si tingeranno del colore del cielo nella notte stellata.

Torre di Ruvo d. M. blu Day

Torre di Ruvo d. M. blu Day

Indetta dall’Onu nel 2008, questa ricorrenza è diretta ad alimentare la conoscenza dei disturbi dello spettro autistico e a favorire azioni sociali per promuovere una maggiore inclusione. 

Cos’è l’autismo

L’autismo fa parte dei “disturbi pervasivi dello sviluppo“. Ne fanno parte anche la Sindrome di Asperger, la Sindrome di Rett, il Disturbo Pervasivo dello Sviluppo Non Altrimenti Specificato (PDD-NOS) e il Disturbo Disintegrativo dell’Infanzia. Per indicare queste condizioni si usa l’espressione “disturbi dello spettro autistico“, che emergono quando sopravviene un alterato sviluppo del cervello. Gli effetti variano da problemi di interazione sociale a quelli di comunicazione, passando per i comportamenti ripetitivi. Possono verificarsi anche disabilità intellettive e alterazioni della coordinazione motoria. I primi sintomi sono visibili già attorno ai due-tre anni del bambino. La diagnosi tempestiva è fondamentale per poter intervenire con terapie farmacologiche che migliorino la qualità della vita del paziente. Non esistono infatti cure definitive per questi disturbi, ma sono disponibili dei trattamenti che possono essere d’aiuto. Inoltre è possibile intervenire con terapie comportamentali. Le cause dei disturbi dello spettro autistico non sono note e dalle ultime stime riguardanti gli Stati Uniti e diffuse da FIA – Fondazione Italiana Autismo, un bambino su 68 soffre di sindrome dello spettro autistico, un dato cresciuto di 10 volte negli ultimi 40 anni. Secondo il Ministero della Salute, nel 10-15% dei casi può esserci una connessione con la genetica.

Oggi è il “Blue Day” non dimentichiamoci di questi ragazzi e delle loro famiglie quando i riflettori verranno spenti.

L’inclusione è il valore più grande del mondo.
 

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi