Francavilla: il Segretario PD lascia e passa a Italia Viva

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Carissime e carissimi iscritti al Partito Democratico di Francavilla in Sinni, non è facile per me scrivere questa lettera con la quale comunico l’abbandono di un sogno che era nato il 14 ottobre 2007, quando vide la luce il Partito Democratico.

Scorcio panoramico di Francavilla

Per me fu veramente la nascita di sogno, in quanto sorgeva, non un altro Partito ma un NUOVO Partito, nuovo nel modo di vedere e nel porsi alla società civile, che si ispirava ai valori del riformismo democratico italiano, con una visione progressista, nell’era della globalizzazione. Non ebbi alcuna esitazione ad aderire convintamente a questo progetto politico, che mi sembrava incarnare ed inglobare visioni diverse, mondi fino ad allora contrapposti in una casa comune, la cui sintesi avrebbe dovuto rappresentare la più evoluta, la più moderna e la più completa offerta politica del terzo millennio.

Muta la tendenza nel momento in cui, chi si riteneva fondatore o “padrone della DITTA”, è stato sostituito, con metodi democratici e leciti (attraverso le Primarie), dal nuovo che avanzava, da colui il quale veniva indicato nuovo leader, colpevole solo di essere interprete di una visione moderna, in sintonia con larghi strati della società, da suscitare nell’immediato un’avversione da ritenerlo nemico in casa.

Giuseppe Di Giacomo

Questa avversione non è venuta mai meno, ed è questa la motivazione che, a mio avviso, ha minato le basi di una convivenza civile e democratica di Comunità, nella quale, il diverso rappresenta una ricchezza politico/culturale e non un disagio o una difficoltà. Pertanto ritengo di non essere più il soggetto indicato per guidare questa Comunità politica, poiché mi sento di condividere con lo stesso entusiasmo di allora, pur non rinnegando ciò che è stato, il nuovo soggetto politico di ITALIA VIVA creato da Matteo Renzi.

Lascio nel Partito Democratico un pezzo di cuore, con profondo dispiacere saluto tutti gli amici perché da ognuno ho ricevuto amicizia, affetto e stima, ritengo altresì di aver ricambiato questi sentimenti con comportamenti leali e rispettosi verso tutti. Spero di poter continuare a condividere con Voi nuovi percorsi e nuove strategie che possano concorrere a migliorare e far crescere Democraticamente il nostro paese.

One Response to Francavilla: il Segretario PD lascia e passa a Italia Viva

  1. Ernesto Calluori ha detto:

    MA E’ CAMBIATO IL VENTO IN QUESTO TEMPO . IL TEMPO E’ LA FUNZIONE FONDAMENTALE DELLA POLITICA PERCHE’ RENDE POSSIBILE RIMPIANTO E SPERANZA. IN QUESTA OTTICA INTERPRETO IL TUO COMUNICATO STAMPA E LA SCELTA DI CAMPO CHE HAI INTRAPRESA NEL NUOVO SOGGETTO POLITICO DI “ITALIA VIVA” CREATO DA MATTEO RENZI. CON QUESTO “ATTO ” HAI INTESO RIBADIRE LA VOLONTA’ DI MANTENER FEDE AGLI IMPEGNI GIA’ ASSUNTI , NELLA CERTEZZA DI POTER AFFRONTARE, SULLA BASE DELLA MATURATA ESPERIENZA, LE PROBLEMATICHE CHE DI VOLTA IN VOLTA SI PRESENTERANNO.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi