Sindaci d’Italia a Roma, 72 i lucani presenti

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

SINDACI D’ITALIA. A Roma, nella maestosa Nuvola (progettata dall’archistar Fuksas), si sono riuniti oltre 4000 sindaci dei Comuni d’Italia al di sotto dei 5000 abitanti, su invito di Poste Italiane che per il secondo anno ha voluto ascoltare le istanze dei piccoli centri, e ribadire il mantenimento e la realizzazione di quanto promesso lo scorso anno.

I piccoli centri rappresentano davvero l’ossatura economica e della tradizione. E che tuttavia hanno l’onere di mantenere attiva la comunità, a rischio di spopolamento. Oneri più che onori, con lo scarsissimo riconoscimento economico, con la “solitudine dei numeri primi“… Il capo del Governo, Giuseppe Conte, ha inteso dunque salvaguardare il loro ruolo, specie nei paesi che vedono nella caserma e nell’ufficio postale oltre che nelle scuole, gli unici presidi della democrazia e della coesione sociale; punti di incontro e di economia, che Poste italiane, anche mediante la installazione degli ATM (praticamente uffici H24), riuscirà sempre più a garantire con l’economia e l’erogazione dei servizi per il tessuto sociale.

E soprattutto, ribadisce l’AD Matteo Del Fante, non sarà chiuso nessun ufficio postale. L’impegno è quello di rendere l’ufficio un luogo che incrementi il rapporto della cittadinanza con la tradizione e con la cultura del territorio. E’ peraltro il sostegno e la volontà dell’ANCI, ribadito dal presidente Antonio De Caro (sindaco di Bari) a tenere vivo il rapporto con Poste Italiane per valorizzare i piccoli centri, onde evitare lo spopolamento. Investire nei borghi e sostenere il loro patrimonio, anche questo è venuto dall’incontro romano, e a sottolinearlo è stato il ministro della Cultura Dario Franceschini.
Un incontro che ha dato nuova linfa anche ai 72 sindaci lucani (60 dal Potentino e 12 dal Materano); e questi i numeri enunciati per il nostro territorio: i nuovi ATM installati sono 10, 102 uffici con Wi-fi gratuiti, 133 uffici con nuovo kit di videosorveglianza, 3 uffici con barriere architettoniche abbattute, 72 restyling di cassette rosse di impostazione.

Poste Italiane

 
Durante l’evento straordinario di Poste e alla presenza di molti ministri, come lo scorso anno, spazio alla cultura: l’attore Enrico Lo Verso ha letto, accompagnato da un trio di archi, il brano di Andrea Camnilleri “La lettera”: commozione e partecipazione verso un grande scrittore da poco scomparso.
 

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi