E’ rete tra Irpinia, Vulture , Alto Bradano e Murge per il GTE – Treno Green Experience

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Domenica 1 dicembre 2019 ore 10:00 Fattorie Donna Giulia – Contrada Valle di Vitalba, 85020 Atella (PZ), Italia

Appuntamento domenica 1 dicembre 2019 ore 10:00, presso Fattorie Donna Giulia, centrale del latte di Basilicata, ad Atella (PZ), per l’ultima tappa dell’animazione territoriale tra Irpinia, Daunia, Vulture, Alto-Bradano e Alta Murgia propedeutica alla costituzione del partenariato tra terzo settore, istituzioni, imprese turistiche e agroalimentari di “GTE – Treno Green Experience “. L’idea lanciata dall’Associazione Onlus ’’La strada dei fiori” è accattivante: offrire pacchetti di weekend verdi nelle oasi e siti di inestimabile valore naturalistico-ambientale-culturale lungo la tratta ferroviaria AVELLINO-ROCCHETTA S.A.-FOGGIA, già ripristinata da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e sostenere i comitati civici e le associazioni che da anni si battono per la riattivazione dell’importante infrastruttura di connessione di luoghi e persone da ROCCHETTA S.A. a GIOIA DEL COLLE. Un treno del paesaggio e dei ricordi, dotato di carrozze accessibili a tutti e attrezzate per trasporto bici, auspicabilmente costruite ad hoc in Ferrosud, nell’area industriale di Matera. Tratte storiche ma con treni al passo coi tempi, escluso wifi.

La stesura a più teste di GTE per la raccolta fondi pubblico-privati a cura della rete, prevede già una prima fase pilota da Maggio a Ottobre 2020, da ripetere nei due anni successivi. Il coinvolgimento del Touring Club, Carmasius, Live in Vulture, Ei travel, La tenda del Bivacco, Natura Avventura, CAI Basilicata, gruppo FAI del Vulture,la ProLoco “Terra di Sant’Andrea“, Agri Security, Mondi Lucani, associazione Rotaie di Puglia, Comitato SineMetu di Venosa, associazione In locomotivi, Centro internazionale lucani nel mondo, Pinacoteca d’Errico insieme ad altre numerose proloco e imprese del cluster turistico e agroalimentare, pone basi solide e fattive.

Con cadenza quindicinale nel 2020 e poi settimanale negli anni successivi è in programma l’organizzazione di diversi viaggi esperienziali lungo la tratta ferroviaria che collega l’Irpinia al Vulture seguendo il tracciato del fiume Ofanto, con prenotazione on line anche di escursioni a piedi, a cavallo, in bici, visite ai musei, pranzi a km zero, attività laboratoriali in fattorie didattiche e sociali, pernottamenti in agriturismo, b&b, hotel, concerti, manifestazioni. A offrire le esperienze nei 140 km di Benessere e, in intermodalità, mediante bus navetta per escursioni nel raggio di 40 km dalle stazioni, molte, da ripristinare, sono proprio le associazioni culturali e sportive, le guide turistico-ambientali e le imprese che man mano stanno aderendo al partenariato Treno Green Experience, operando già da anni nei diversi territori interessati dai binari verdi.

Weekend pilota che metteranno ancora più in evidenza le buone ragioni di chi si batte da tempo per i lavori di adeguamento infrastrutturale della tratta su cui ancora non è stato definito un Accordo di Programma: la Rocchetta S.A. – Gioia del Colle, con le stazioni di Venosa, Palazzo San Gervasio, Spinazzola proprio mentre si discute delle Zone Economiche Speciali anche in Lucania.

Il sogno di grande respiro è ripristinare i collegamenti ferroviari a emissioni zero tra le tre Regioni del Sud. Garantire non solo la mobilità sostenibile e esperienze green dei viaggiatori e visitatori nei weekend, ma la quotidianità del trasporto a chi attraversa e vive questi luoghi di grande fascino ma di grande difficoltà. Ed il pensiero corre subito ai turnisti in Sata o gli operai dei consorzi di bonifica incaricati della manutenzione di boschi e canali.

Ad Atella, domenica, un altro passo importante nella creazione di fiducia e collaborazione, che fa seguito ai focus di Monticchio, Ruvo del Monte, Calitri e Sant’Angelo dei Lombardi svolti nei mesi di ottobre e novembre. Si sigla il protocollo d’intesa per la costituzione della rete GTE e ci si impegna a procedere alla sua realizzazione.

Il video emozionale sui luoghi e sui paesaggi in movimento del TGE firmato dalla cooperativa Carmasius farà da quinta teatrale della convention, durante la quale interverranno Domenico Saraceno, padrone di casa e profondo conoscitore della storia della ferrovia, la Fernanda Ruggiero, vice Console TCI della Basilicata e presidente dell’Associazione La strada dei fiori e Massimiliano Imbimbo della Hearth srl che illustrerà la demo dell’ applicativo multidispositivo sviluppato appositamente per le prenotazione on line di viaggio e esperienze del TGE, conclude Gerardo Petruzzelli, sindaco di Atella. Seguirà il dibattito moderato da Paola Saraceno, giornalista e socio fondatore della Fattorie Donna Giulia e la sottoscrizione dell’accordo di rete.

Terminati i lavori di raggiunge Monticchio Laghi per le ore 13.00, dove l’esperienza prevede il pranzo insieme per i soci GTE al ristorante Al Lago Grande dall’amica cuoca Silvana Colucci e a seguire, l’escursione naturalistica “per laghi vestiti di Autunno” a cura di Maria Antonietta Tudisco di NaturAvventura.

 

Ufficio stampa RETE GTE

Fernanda RUGGIERO 348 6050283 segreterialastradadeifiori@gmail.com

Paola SARACENO 338 9336599 – p.saraceno@fattoriedonnagiulia.it

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi