Category Archives: storia

Brigantaggio. A Pietragalla due giorni di studio e di riflessione


Pietragalla (Pz). Ha avuto un entusiasmante riscontro di pubblico a Pietragalla la ricorrenza del 16 e 17 Novembre sul Brigantaggio, con la due giorni dal titolo “Pietragalla e il brigantaggio, le diverse prospettive di lotta per l’emancipazione”. Promossa dall’Amministrazione comunale

Brigantaggio. A Pietragalla due giorni di studio e riflessioni


Il prossimo 16 e 17 novembre a Pietragalla si ritorna a parlare di brigantaggio, con una due giorni dal titolo “Pietragalla e il brigantaggio, le diverse prospettive di lotta per l’emancipazione”, promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione, tra gli altri, con

Lettera aperta alla Sindaca di Senise – Rossella Spagnuolo


Ricorrre oggi il trigesimo della prematura scomparsa di Raffaele Soave di Roccanova, il sindacalista di zona per antonomasia. in questa circostanza rinnovo anche a nome della redazione di questo giornale la mia affettuosa vicinanza alla famiglia ed esprimo la condivisione

Pier Amato Perretta e la sua Laurenzana


Facendo seguito all’analogo convegno, tenutosi a Como il 3 marzo u.s., sabato 15 luglio alle ore 18,30 presso la Sala Consiliare del Comune di Laurenzana, si terrà l’incontro “Sul filo della storia e della memoria omaggio a Pier Amato Perretta” eroe

Mostra di cartoline d’epoca


  Potenza.- Nell’ambito del MAGGIO POTENTINO 2017 e nel XXX anniversario della fondazione dell’, lunedì 22 maggio con inizio alle ore 18:00 presso la sede in Via C. Pisacane 5 verrà inaugurata la Mostra POTENZA COM’ERA. La visita guidata conduce

Felice Di Nubila, un viaggio nella ricerca storica della Basilicata


Anticipiamo per gli amici lettori di “Francavilla Informa” una nota ripresa dalla Ricerca su “La Basilicata”, di cui pubblicheremo prossimamente la seconda parte con il testo “LA BASILICATA-i Lucani”, in linea con l’impegno a suo tempo assunto nel Comitato per

Don MILANI, “prete irrequieto, educatore irregolare”


La Chiesa “riabilita” don Lorenzo Milani, 50 anni dopo la sua morte, avvenuta il 26 giugno 1967. E’ Papa Francesco, che ricorda e difende l’opera di Don Milani. Già il 10 maggio 2014 il Papa, in un discorso al mondo

Cinema: Giornata della Memoria


Venosa. Per la Giornata della Memoria, sabato 28 gennaio 2017 ore 10:30, saranno circa 400 gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Carlo Gesualdo da Venosa” – presieduto dalla Dirigente Aurelia A. Bavuso – a prendere parte, nel Cinema Lovaglio, alla visione del

Il Giorno della Memoria – “Considerare che questo è stato”


Il Giorno della Memoria  “Considerare che questo è stato“ Fare memoria, ed ascriverlo a “ricorrenza di etica universale” e “considerare che questo è stato”, come scrisse Primo Levi, che ha visto e sofferto le atrocità di Auschwitz, sopravvissuto a quegli

Moliterno: speciale annullo filatelico celebrativo dedicato a Ferdinando Petruccelli Della Gattina


  MOLITERNO – In occasione della giornata conclusiva della tre giorni dedicati alla figura, al pensiero e all’opera di Ferdinando Petruccelli Della Gattina, Poste Italiane ha predisposto per domenica 28 agosto, su richiesta del Comune di Moliterno, uno speciale annullo

 La tragedia di Marcinelle


Sessanta anni da quella immane tragedia, l’inferno di Marcinelle che costò la vita ad oltre 130 italiani provenienti dalle regioni più povere d’Italia e dal sud in particolare. Un numero impressionante, la metà circa di tutte le vittime della miniera

Il Corano e la svastica


Nel 1929 il primo volume aveva venduto 23 mila copie; un punto di partenza che s’intreccia con il percorso dei successi del partito, con l’ampliamento dei consensi e dei potenziali sostenitori. Tra il 1930 e il 1932 le copie diventano

Alunni smentiscono il libro: Regno Borbonico florido, l’Unità d’Italia è stata distorta


  fonte: http://www.vesuviolive.it/cultura/16782-alunni-smentiscono-il-libro-regno-borbonico-florido-lunita-ditalia-e-stata-distorta/ Una meridione arretrato, povero, criminalizzato e dipendente dal Nord. Questo il quadro presentato in un libro di storia utilizzato da una terza media diBattipaglia dal titolo “Chiedi alla storia” edito da Mondadori dove il Sud viene descritto come un qualcosa di profondamente marcio prima

Celebrare il 25 Aprile 1945 per conoscere il regime fascista di Mussolini.

and

Il 25 Aprile 1945 si concluse un periodo storico che va sotto il nome di Resistenza. Un periodo storico molto importante per il popolo italiano perché con la lotta al nazi-fascismo ha conquistato la libertà e la dignità di  un

Ucraina. Il genocidio dimenticato (1932-1933)


Ha ancora un senso scrivere ed aprire dibattiti sul genocidio in Ucraina di milioni di persone di quasi un secolo fa? Con i mille e mille rivoli nei quali la Storia si è incamminata ed insinuata nei decenni a venire,

La città dell’EUR: una città nella città piena di problemi


Era il 1935, quando il Governatore di Roma Giuseppe Bottai propose a Mussolini di presentare la candidatura di Roma per L’Esposizione Universale, per dimostrare al mondo – si disse – il genio della civiltà italica. L’idea venne accolta con molto

Giuvannu u Sanapurcedda


  GIUVANNü  U SANAPURCEDDÄ1] Era un bell’uomo, alto, longilineo, proveniva da Episcopia, aveva  un fisico asciutto e armonioso con  un portamento elegante. Era stempiato, indossava una giacca scura che metteva sopra il gilé, nelle cui tasche, infilava, quando camminava, i pollici;

La storia di Francavilla in Sinni: le origini e le varie vicende


  È da apprezzare sempre lo studio dell’illustre Prof. Antonio Giganti effettuato, pochi decenni or sono, sulle “pergamene del monastero di San Nicola in valle di Chiaromonte” (1359 – 1439) pp.XCVI – 304, Pz 1978, studio interessante e serio, finalizzato

Corleto P. riporta alla luce le memorie di Zi’Rafaiel


Davanti ad un pubblico numeroso ed interessato si è svolta ieri, a Corleto Perticara, nella Piazzetta del Risorgimento Lucano, la presentazione del volume “Memorie di Guerra di Zi’Rafaiel’” Si tratta un diario, scritto nel 1919 dal soldato di Corleto Perticara,

I ragazzi degli anni Sessanta


Succedeva che a tarda ora, a rompere il silenzio di notti di luna, canticchiando canzoni di Claudio Villa, Celentano, Nada, Don Backy salissero voci allegre dal vicolo di casa mia. Era papà e i suoi amici al rientro dalla cantina.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi