- Francavilla Informa - https://www.francavillainforma.it -

Natale (Poesia di Giovanna Saporito)


NATALE

Giovanna Saporito

‘E zampugnare, ‘e Magge,

Santu Peppe c’’o bbastone,

‘a Maronna c’’a cappa d’oro,

‘e pecurare, ‘e ppecurelle,

vicchiariélle assaje assaje

pe bberé a ‘o Bammeniéllo

nziem’a ‘o vòie e a ll’aseniéllo

rint’â grotta ca chiagne e strilla.

Sciocca, sciocca, ‘a strata è cchiena,

ma ‘int’ô firmamento spicca ‘a Stella

ca ‘o cammino renne chiaro,

mente l’Angiulillo dà na mana.

Sott’ô cielo ntrona e ddice

‘a campana: <<È ffesta granne,

è nnato, è nnato, è nnato ‘o Criaturo,

‘o Santu Criaturo, p’allummà ‘o cielo scuro,

pe dà a tutt’ô munno ‘a pace…

e ‘o surriso a ‘e scunsulate>>.

NATALE

(Traduzione)

Gli zampognari, i Magi,

San Giuseppe con il bastone,

la Madonna col manto d’oro,

i pastori, le pecorelle,

tanti vecchi assai assai,

per vedere il Bambino

insieme al bue e l’asinello

dentro la grotta che piange e strilla.

Nevica, nevica, la strada è piena,

ma nel firmamento spicca una stella

che rende chiaro il cammino,

mentre l’Angelo li accompagna.

La campana sotto il cielo suona e dice:

< < è festa grande, è nato, è nato,

è nato il Bambino, il Santo Bambino,

per illuminare il cielo scuro,

per dare a tutti un mondo di pace

e il sorriso agli sconsolati >>.