- Francavilla Informa - https://www.francavillainforma.it -

San Costantino Albanese – La minoranza traccia il bilancio fallimentare dell’operato ammnistrativo del Sindaco Iannibelli.


Il Gruppo di Minoranza solleva alcune questioni importanti che riguardano l’operato amministrativo del Sindaco Iannibelli.

San Costantino Albanese Chiesa Madre

Non si comprende il motivo per il quale, nonostante il lungo tempo trascorso il Sindaco non abbia dato esecuzione alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4° serie speciale – Concorsi ed Esami dello Schema del Bando di Concorso Pubblico adottato con Delibera di Giunta Municipale N. 35 del 04/04/2019 per soli esami per la copertura di n. 1 posto di Agente polizia locale categoria C, posizione economica C1 a tempo indeterminato. L’Amministrazione Comunale pur avendo stabilito requisiti, termini, modalità di partecipazione e prove di esame del tutto inspiegabilmente arresta ogni procedura e lascia decorrere altro tempo.

Che cosa si attende?

Quali sono in merito le direttive/scelte dell’Amministrazione Comunale?

Domande lecite poste nell’interesse della comunità, visto che la presenza della vigilanza municipale si rende necessaria per ragioni di sicurezza pubblica. Per la trasparenza degli atti della P.A. inerenti all’espletamento del Concorso Pubblico e nel rispetto dei numerosi giovani che intendono partecipare, si chiede al Sindaco Iannibelli di chiarire formalmente i motivi che ritardano l’indizione del Concorso di polizia locale.

Poco chiara risulta la gestione della raccolta “porta a porta”.

Il servizio per un costo pari a Euro 58.000,00 con ribasso del 10% e per un 1 anno veniva avviato con Delibera di Giunta n. 34 del 04/04/2019 con “affidamento diretto”, atto illegittimo, in palese violazione alle norme di legge in materia di “procedure per l’ affidamento di contratti di servizi e forniture di importo pari o superiore ad euro 40.000,00”. Con Determinazione dell’Ente del 29/07/2019 la durata annuale del servizio veniva interrotta al 31.12.2019. Perché nel mese di Dicembre l’Amministrazione Comunale cessa il rapporto con Blu Gaia S.r.l ?

Al contrario, sull’ Eco-calendario consegnato alla cittadinanza, si riporta il servizio da parte di Blu Gaia da Gennaio 2020 a Giugno 2020, probabilmente, l’intenzione era quella della continuità del servizio per 1 anno. In assenza di una convenzione con altra Società titolata, in quale modalità si sta’ procedendo alla differenziazione dei rifiuti?

In soli 6 mesi sono stati spesi per la raccolta differenziata ingenti somme di denaro pubblico: la somma pari ad Euro 28.715,00 a cui debbono aggiungersi ulteriori spese, quelle per il conferimento del materiale in discarica, il costo del carburante e della manutenzione dei mezzi, lo stipendio del dipendente comunale addetto alla raccolta. Altre spese che gravano sui cittadini ammontano ad Euro 1.994,00 per la riparazione del mezzo adibito alla raccolta ed euro 1.754,05 per la manutenzione del compattatore. In definitiva, il costo complessivo del servizio risulta eccessivo e spropositato, se si considera che la raccolta viene effettuata in forma esigua, solo per il centro cittadino e non per le contrade rurali. Oltre ai costi, si segnala il malfunzionamento del servizio; la mancata dotazione dei Kit a molti cittadini che contribuiscono al pagamento della Tari, il danno causato sulla pavimentazione urbana dalla perdita di olio dal mezzo di proprietà dell’Ente durante il giro del “porta a porta”. Vistose chiazze di olio si osservano in ogni parte del paese, un danno ambientale e al decoro urbano di grave entità, tra l’altro, la pavimentazione di Via Chicca e di Corso Scanderbeg è stata recentemente ripristinata con l’utilizzo di denaro pubblico. Piazza Unità d’Italia, luogo di incontro cittadino e transito per i turisti appare oggi visibilmente rovinata dalle macchie di olio. Per due anni consecutivi l’Amministrazione Comunale non è stata capace di garantire la funzionalità della terna comunale, eppure la manutenzione dei mezzi di protezione civile rientra tra i compiti principali del Sindaco. In verità, il servizio di spazzamento neve gestito con affidamento a Ditta esterna, è risultato molto costoso per l’Ente ed ha gravato ulteriormente sulle spese sostenute con il bilancio comunale. Non si può non prendere atto che negli ultimi due anni il paese si è spopolato, una vera tristezza, un patrimonio di risorse umane e di professionalità in fuga, numerosi giovani ed intere famiglie hanno lasciato il paese per trasferirsi altrove alla ricerca di lavoro. L’Amministrazione Comunale non stà facendo nulla per invertire detta tendenza, cominciando per esempio a sostenere la spesa pubblica locale per il mantenimento delle attività commerciali ed artigianali presenti in paese e che rischiano di chiudere. E’ evidente la sfiducia maturata nei confronti del Sindaco Iannibelli che non offre ai giovani e alle famiglie alcuna motivazione per trattenersi. Sicuramente aiuterebbe alla crescita del paese la possibilità di poter partecipare ai concorsi pubblici, con l’attivazione da parte dell’Amministrazione Comunale di quelli riguardanti i posti già disponibili presso il Comune di San Costantino Albanese. Il Sindaco Iannibelli, distratto da altre questioni meno importanti, perde di vista le priorità e le reali esigenze della gente. La carenza dei loculi cimiteriali è diventato negli ultimi tempi un problema di natura igienico-sanitaria che merita grande attenzione e che rende urgente l’adozione di atti concreti. Un problema che viene sottovalutato, visto che in questi anni di mandato amministrativo non sono stati realizzati altri loculi cimiteriali. Nulla è stato fatto per migliorare il decoro del cimitero che risulta all’evidenza pubblica, di gran lunga peggiorato in questi anni, sia dal punto di vista della cura/manutenzione che dal punto di vista della sicurezza strutturale.

IL GRUPPO DI MINORANZA