In ricordo del mio caro amico Mario Viceconte

Mario Viceconte

Nella mattinata di oggi, 30 Marzo 2021, ho appreso con immenso dolore della scomparsa del caro amico Mario Viceconte. Seppur lontano dalla nostra amata Francavilla seguo, come tutti, gli sviluppi di questa ondata pandemica che sta sconvolgendo le vite di tutta l’umanità e purtroppo anche della nostra piccola comunità. Mario era un uomo buono, onesto. Uno di quegli imprenditori seri e rari, laboriosi e innovativi, che per anni ha guidato la sua Officina Metalmeccanica Viceconte, oggi Viceconte Corporation, azienda specializzata nella costruzione di Lattonerie Edili.

A Mario mi legava da anni un’amicizia sincera, nata negli anni ’90 attraverso ciò che ci univa: la passione pluridecennale per i Pink Floyd. Mario oltre ad essere un conosciuto imprenditore locale era anche un appassionato di musica (suonava tastiere e chitarra).

Con Mario mi sono “cresciuto” a pane e Pink Floyd e a lui devo tanti ricordi, scambi di materiale da collezione e la fortuna di averli visti dal vivo. Nel 1995 Mario con altri amici musicisti della nostra comunità ebbe l’ardua idea di realizzare una delle prime cover band dei Pink Floyd, gli “OMV” (in Italia se ne contavano sul palmo di una mano!).

Fu un successo! Un bellissimo ed indimenticabile concerto nel campo sportivo del nostro paese in quella estate a cui ne seguì un altro a Senise (Pz) ed un altro a Mormanno (Cs).

E’ stato un esempio per la mia generazione e per me un punto di riferimento per la mia crescita di adolescente attratto dalla musica dei Pink Floyd. Mario era una vera fonte di conoscenza pinkfloydiana, arricchita dalla sua personalità umile e discreta, mai invadente. Sempre pronto col suo sorriso positivo a mettersi in gioco con le nuove generazioni. Oggi mi piace immaginarti con quel tuo sorriso sornione e quella luce negli occhi “brillanti come diamanti” quando si parlava dei Pink Floyd.

Mario Viceconte

Le mie più sentite condoglianze vanno a tutta la famiglia di Mario, in particolare alla moglie Bruna, e ai figli Montino, Luigi ed Andrea.
Questo maledetto virus sta uccidendo tante vite portando dolore immenso nelle famiglie. E penso a tanti ragazzi provati e privati delle cose più semplici che l’adolescenza può regalare. Ecco il mio grazie a Mario che mi ha incoraggiato ad abbracciare una passione, la sua stessa passione da ragazzo. Perché questo virus non potrà mai uccidere i sogni, le emozioni e l’eternità che sono chiuse in una canzone.

Ciao Mario e grazie per tutto. Ho voluto e sentito il dovere di ringraziarti con queste poche righe perchè sarai un amico immortale. Shine On!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi