XIV Festival Internazionale del Film Corto “Tulipani di seta nera” – Il critico lucano Armando Lostaglio fra gli esperti del Festival

Roma. Con la presenza canora e filmica di Eugenio Bennato (premiato col “Sorriso Diverso”), si è chiuso con il pubblico in sala l’intenso programma del XIV Festival Internazionale del Film Corto “Tulipani di seta nera”. Presieduto da Diego Righini e realizzato dall’Associazione di promozione sociale “Università Cerca Lavoro” su idea di Paola Tassone, direttrice artistica della manifestazione, l’importante Festival promuove il lavoro di autori provenienti dall’Italia e dall’estero che, attraverso le immagini, rappresentano non il semplice racconto di una diversità, ma l’essenza stessa della diversità e della fragilità, delle persone e dei luoghi, valorizzandone i molteplici aspetti ed esprimendoli attraverso l’arte cinematografica, che da sempre ha dato voce alle lotte per l’ecologia e l’emarginazione, con pensieri, opinioni e sentimenti. Sono stati presentati cortometraggi e documentari di pregevolissima fattura.

Festival “Tulipani di seta nera”

Nelle varie sessioni della manifestazione si sono alternati sul palco: il ministro Andrea Orlando, che è intervenuto sui temi caldi del lavoro insieme al presidente INAIL, Franco Bettoni, e al presidente Anmil, Zoello Forni; il direttore del DAP Bernardo Petralia; artisti quali Dolcenera, Bungaro, Ludovico Fremont, Rossella Izzo, Grazia Di Michele (direttore artistico della sezione Socialclip), Elena Ballerini – che condurrà con Pino Insegno il Gala televisivo di fine manifestazione – i registi Giulio Base e Mimmo Calopresti (direttore artistico della sezione Documentari), Francesca Rettondini, Saverio Deodato e il maestro Vince Tempera; Carlotta Esmeralda, che si è aggiudicata la statuetta per il “Miglior Montaggio” ai David di Donatello. E ancora, i direttori Giovanni Parapini (Rai per il Sociale), Luca Milano (Rai Ragazzi) e Lorenzo Mucci (Centro Produzione Rai Salario), che hanno voluto testimoniare come la prima Azienda televisiva italiana stia investendo su giovani, sociale e nuove tecnologie. I film finalisti sono stati presentati – nelle quattro serate al cinema Giulio Cesare – dai critici cinematografici: Catello Masullo storica firma romana, Armando Lostaglio del CineClub “De Sica” Cinit lucano, la psicologa e critica senese Paola Dei, il docente universitario Massimo Nardin. Del CineClub De Sica presente anche il prof. Giustino Setteducati.

Festival “Tulipani di seta nera”

Tra i partners istituzionali e culturali che si sono distinti per il loro impegno concreto a favore della manifestazione, il Ministero della Cultura, il Ministero della Transizione Ecologica, la Regione Lazio, Rai Cinema Channel e Rai per il Sociale, Roma Lazio Film Commission, ANAC, AMNIL, ASVIS, ENIT, ENS, INAIL e Fondazione UNIVERDE.

Armando Lostaglio

Armando Lostaglio, dopo aver comunicato la critica di alcuni documentari in concorso, ha così commentato in pubblico la brillante manifestazione:

Sono un po’ tutte “cronache dal sottosuolo” quelle proposte in questo importante Festival voluto da Diego Righini e Paola Tassone. Opere tese a riconoscere e riflettere sui diritti umani e sulla parità, sulle eguaglianze e sull’armonia fra uomo e natura. Persone e non ombre, dunque, ma varie umanità che difendono il loro diritto di essere nati e quindi riconosciuti come tali. “Gli Ultimi”, come nel film che Padre Turoldo girò nel ’63 sulla propria esperienza. Tutte le opere presentano esistenze un po’ figlie di un Dio minore. Gli ultimi delle nostre periferie, che ormai sono diventate il centro ed il ragguaglio di questo nostro tempo, un po’ sbandato e un po’ misconosciuto. La xenìa (in greco antico) riassume la nozione di ospitalità, di asilo e solidarietà, e dei rapporti tra ospite e ospitante. Era un dovere per i greci ospitare coloro che chiedevano accoglienza.”

 

C.L. Comunicazione “De Sica” Rionero (Pz)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi