A Ucurdë (La Licurda – Zuppa di Cipolle)

A Ucurdë (La Licurda – Zuppa di Cipolle)
Con la ricetta di oggi, continua il mio viaggio nella tradizione culinaria. Conosciuto con nomi diversi, sto parlando di quella che per noi del sud è la Licurda, un nome che sa di altri tempi per un piatto poverissimo che ha come ingrediente principale la cipolla ed il pane raffermo.
Elena Fucci
Il nome Licurda deriva da “leccornia” e vista la bontà, non poteva avere nome più adatto. Semplicissima da preparare, questa zuppa, ricorda a tutti gli effetti i sapori e gli odori del passato, un’antica minestra fatta di cose povere, prodotti della terra che veniva consumato dai contadini anche per colazione e che serviva a recuperare il pane raffermo in un periodo storico in cui il pane, veniva fatto una volta a settimana o anche ogni 15 giorni.
A Ucurdë (La Licurda)
Per arricchire il piatto, si inseriva un uovo per ogni commensale e questa zuppa veniva servita a centro tavola affinché tutti potessero mangiare dallo stesso piatto. Ottima anche con l’aggiunta di peperoncino a piacere o d’estate con degli ottimi peperoni di stagione.
Ingredienti
3 cipolle medie
350g di pane casereccio raffermo
2 pomodori medi
3 uova
600/700ml di acqua
Sale q.b.
Olio e.v.o. q.b.
Peperoncino q.b. (a piacere)
A Ucurdë (La Licurda)
Procedimento
In un tegame, rosolare nell’olio le cipolle precedentemente affettate per 10/15 minuti. Unire i pomodori tagliati a cubetti e far cuocere per altri 15 minuti. Aggiungere l’acqua, il sale e far bollire per 30 minuti circa. Creare degli spazi nel tegame, aggiungere le uova, coprire con il coperchio e far cuocere 3 o 4 minuti. Tagliare a tozzetti non troppo piccoli il pane e disporlo in un piatto fondo da portata. Versare la zuppa sul pane facendo attenzione a non rompere le uova, coprire con un coperchio per una trentina di minuti in modo che il pane assorba i liquidi e servire.
L’autrice oltre alla presente pubblicazione dispone di un blog personale, chi vuole esplorare le sue ricette può farlo cliccando QUI

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi