SI SPEGNE il sogno del posto fisso

Gli italiani rifiutano il posto fisso, perfino quello statale. La rilevazione l’ha fatta il Ministro delle Infrastrutture Giovannini alla Commissione Trasporti alla Camera. “Recenti assunzioni per Motorizzazione sono andate deserte in particolare al Nord”.

Ernesto Calluori

Questo sogno atavico dei genitori per i propri figli sta scemando e il fenomeno si è allargato alla pubblica amministrazione.

Il lavoro nel Bel Paese è diventato un oggetto contraddittorio e misterioso. Si contano 2 milioni di disoccupati e 3 milioni di precari. Circa 50 mila giovani emigrati all’estero che riempiono la famosa ” fuga dei cervelli” per ottenere retribuzioni più elevate. Scavando tra le pieghe del fenomeno emergono le motivazioni: i ragazzi del Nord preferiscono lavorare subito nelle Aziende all’impiego statale perché le retribuzioni sono maggiori.

I giovani del Sud che una volta emigravano al Nord pur di lavorare, adesso, vogliono fare i professori o impiegarsi nelle loro Regioni o in quelle limitrofe.
Questo mondo in continua evoluzione e trasformazione ci riserva ulteriore sorprese. Chi vivrà vedrà!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi