La Basilicata in piena attività per rilanciare la sua economia con la ZES unica e con il bando riservato ai disoccupati

“Il Sud che funziona, il Sud che dopo anni di apatia e mancanza di strategie crede in se stesso, si organizza e progetta il suo rilancio. Anche la Regione Basilicata va in questa direzione e lo dimostra giorno per giorno cogliendo le tante opportunità proposte dal governo Meloni. Questo è il Sud nel quale crediamo e per il quale stiamo lavoriamo e continueremo a lavorare nei prossimi anni con sempre maggiore impegno e dedizione”.

Lo sostiene in una nota Chiara Gemma, eurodeputata uscente e candidata nella lista di Fratelli d’Italia, Circoscrizione Sud, alle elezioni europee dell’8 e 9 giugno prossimi.

Presidente Parlamento Europeo Roberta Metsola con l’on. Chiara Gemma

“In tutte le regioni del Sud si è aperta una nuova stagione di fiducia grazie al lavoro del ministro Fitto e alle politiche per il Mezzogiorno pianificate dal governo.

In Basilicata, il presidente Bardi si è subito rimesso al lavoro, dopo la grande vittoria alle elezioni regionali, per utilizzare le possibilità offerte dalla Zes Unica (Zone economiche speciali) nell’ambito della redazione del Piano strategico che ha ipotizzato, tra l’altro, la realizzazione, in un’area del borgo La Martella a Matera, di un progetto che si chiamerà ‘Fabbrica giardino’.

In ogni regione, il governo punta a creare e potenziare attraverso la Zes Unica, le tecnologie, i servizi, le infrastrutture materiali e immateriali, i tessuti imprenditoriali e amministrativi per mettere in piedi dei nuovi poli produttivi competitivi e innovativi, ovvero rafforzare la competitività delle filiere industriali esistenti e definire una strategia per promuovere investimenti utili a posizionare il Mezzogiorno nelle filiere nazionali ed europee.

Oltre a questo, – sottolinea l’europarlamentare Gemma – si distingue la Regione Basilicata che è anche in piena attività per dare risposte immediate e snelle a chi è disoccupato, cerca lavoro e vuole avviare un’attività d’impresa autonoma. Il 20 maggio prossimo aprirà uno sportello virtuale dove sarà possibile presentare le domande per poter accedere al Fondo Microfinanza Fse+ 2021-2027 finanziato nell’ambito del Programma Regionale Basilicata Fesr Fse+ 2021-2027.

Il bando gestito da Sviluppo Basilicata, braccio operativo della Regione, è rivolto ai disoccupati lucani, senza limite di età, che vogliono avviare una propria attività ma non sono nelle condizioni di chiedere prestiti perché hanno difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito. La dotazione del Fondo Microfinanza è di circa 10 milioni di euro. I finanziamenti saranno concessi sotto forma di mutui, per un importo da 5 mila a 36 mila euro, a tasso zero e rimborsabili in 8 anni, con rate mensili costanti. Con la formula adottata si avrà subito liquidità per avviare le attività e sono totalmente ammortizzati gli interessi.

Dunque, – conclude l’esponente di Fratelli d’Italia – tante attività rivolte ai lucani che, insieme al governo nazionale e alla Regione Basilicata, vogliono impegnarsi per mettere in campo iniziative in grado di superare la stasi produttiva e imprenditoriale che da anni danneggia il tessuto economico e sociale locale”.

CHIARA GEMMA

EURODEPUTATA CIRCOSCRIZIONE SUD E BASILICATA

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi