Author Archives: Ernesto Calluori

Proposte del pensiero e di ricerca Progressista


Mario Cantone, ricercatore di una maggiore giustizia sociale fondata su una più equa ridistribuzione della ricchezza prodotta e sui meriti, ritiene che per rimuovere le cause dell’attuale disagio non solo giovanile, occorre il coraggio politico di rompere gli schemi tradizionali

Federico II in Sicilia nei Giardini dell’Ozio e del Piacere


Federico II re di Svevia, imperatore del sacro romano impero, re di Sicilia fa parte di quell’esiguo gruppo di principi medievali che ancora oggi suscitano ammirazione. Benito Li Vigni – amico fraterno di chi scrive – noto saggista e studioso

Bettino capro espiatorio: la maggioranza degli italiani lo ha capito


“L’Unità” il 6 luglio 1998 a pagina 6 ospitava la lettera di Renzo Foa indirizzata al direttore dell’epoca per l’apertura apparsa domenica 5 luglio all’indomani del congresso del Partito Socialista all’Ergife, dal titolo “La riabilitazione di Craxi“. “Non sono riuscito

In ricordo del caro amico Vittorio Lo Fiego


La triste notizia mi ha spiazzato e al tempo stesso mi ha colto impreparato, quando, Carmelo da San Severino mi raggiungeva telefonicamente per comunicarmi che lo zio Vittorio, dopo una lunga malattia era venuto a mancare. A fatica ho cercato

Riscoprire la vera politica


Gaetano Mosca, uno degli originali fondatori della scuola italiana di scienza politica era solito affermare che in tutte le società esistono due classi di persone: quelle dei governanti e l’altra dei governati. La prima, meno numerosa, adempie a tutte le

La scuola e l’istruzione per il futuro del paese


Uscire dalla crisi tramite l’istruzione e ripartire da essa fu la premessa di Matteo Renzi il giorno del suo insediamento (Febbraio 2014). Infatti, la scuola è una grande infrastruttura, ha i suoi problemi da risolvere e i suoi obiettivi da

Ghino di Tacco tra realtà e leggenda


Il 19 gennaio prossimo saranno trascorsi venti anni dalla scomparsa di Bettino Craxi, oggi giudicato uno statista italiano e un uomo politico di prim’ordine. Per fortuna, ogni epoca ha il suo tribunale. In occasione del ventennale che si celebrerà ad

“Salva la tua lingua locale” Filippo Di Giacomo – Primo Classificato Prosa Edita 2019


Il premio letterario nazionale “Salva la tua lingua locale” ha festeggiato la settima edizione della premiazione in data odierna in Campidoglio nella splendida Sala della Protomoteca alla presenza di un folto pubblico in attesa di congratularsi con la numerosa schiera

Tiburtina per i mezzi provenienti dal centro Anagnina per quelli del sud


L’incapacità della Giunta Capitolina è palese e si infrange sugli scogli della burocrazia e sulla inconsistenza della macchina amministrativa. Quando alcune certezze vengono meno, si assiste alla frammentazione della società del sistema Paese. Non è difficile avvertire, ad esempio, come

Filippo Di Giacomo trai i finalisti 2019 “Salva la tua lingua locale”


Filippo Di Giacomo con il libro “Maskiglia” (Miscuglio) risulta tra i finalisti del 2019 “Salva la tua lingua locale” il cui evento avrà luogo il 12 dicembre 2019 in Roma Campidoglio. La notizia ci piace segnalarla in anteprima anche se

L’Ambrogino a Francesco Saverio Borrelli


Il direttore de “IL Riformista” Piero Sansonetti titola il suo Editoriale del 19 nov. 2019 “Ambrogino a Borrelli, schiaffo al socialismo italiano ” in cui narra che il Comune di Milano ha deciso di attribuire a Francesco Saverio Borrelli l’Ambrogino

Quando la polemica politica sfocia in rissa


In molti paesi europei si registra l’insorgenza sempre più allarmante di gruppi uniti da una comune ideologia che è quella dell’intolleranza e della violenza che difficilmente potremmo definire movimenti. Noi siamo in un Paese dove vengono bruciati libri e dove

La periferia diventi Città


Il declino di Roma è evidente a tutti i cittadini. L’incapacità amministrativa della Giunta Raggi è palese che poi si infrange negli scogli della burocrazia e nella inconsistenza di una macchina amministrativa inefficiente. Il blocco nell’urbanistica ha determinato una forte

Mobilità e qualità


Dopo tanta urbanistica moderna, anche progressista, come mai siamo arrivati al disastro della città, agli inquinamenti, alla congestione, alla distruzione della natura in un mondo a risorse elevate? L’urbanistica moderna era appunto nata dal problema di ripensare tutti i problemi

La condizione Giovanile negli ultimi decenni


Se diamo uno sguardo ai cambiamenti che hanno caratterizzato il mondo giovanile degli ultimi trenta quaranta anni che hanno caratterizzato il mondo giovanile, ci rendiamo conto di quanto sia difficile analizzare questo mondo che per sua condizione è in continuo

La Targa di “Villa Cupparo”


“Cronache Lucane” riporta in data 12 ottobre u.sc. un articolo a firma di Ferdinando Moliterni, titolato “CAFONAL, LA TARGA DI “VILLA CUPPARO“. L’autore, nell’esercitare il diritto di critica,per quanto attiene la targa apposta nei pressi della proprietà dell’ Assessore Cupparo,

La periferia senza Città


Il dibattito di come governare la città, si è sviluppato in questi ultimi anni attorno a grandi temi, trascurando le estreme periferie che, realizzate in maniera caotica e disordinata, sono tuttora carenti di infrastrutture, di servizi e luoghi di identificazione

Eravamo il Paese di testa, in altri tempi …


Bettino Craxi, da Hammamet in una intervista al “TEMPO “ di Roma profetizzava che l’Italia dell’arte, della cultura e della natura, il Paese più bello del mondo era entrato in un tunnel nero da cui non si intravedeva la via

Il PETROLIO generatore di ricchezza, povertà e misteri


La storia del petrolio contiene due opposte lusinghe: una che parla di progresso, l’altra capace di scatenare guerre e catastrofi ecologiche. Nel rapporto tra queste due lusinghe, si racchiude il segreto di singoli individui, di potenti forze economiche, di sviluppo

In un pieno di benzina pesano le Accise


Il tema della riduzione delle tasse è stato al centro della scorsa campagna elettorale. I partiti usciti vincenti dalle ultime elezioni ne avevano fatto un cavallo di battaglia: la promessa di minori tasse era l’imperativo per avere più crescita. Ancora,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi