Francavilla ringrazia e saluta suor Laura e suor Paola

suor Laura
suor Laura

Domenica 4 settembre u.s., dopo la celebrazione della SS. Messa delle ore 11,00, innanzi alla comunità parrocchiale, il sacerdote Mons. Francesco LACANNA ha comunicato ai fedeli il trasferimento di suor Laura e Suor Paola, l’una a Genova e l’altra a Torino.

L’assemblea, dispiaciuta e commossa, si è vista sottrarre una delle figure (suor Laura) che, arrivata a Francavilla, in punta di piedi, con dolcezza e semplicità, in questi nove anni ha segnato un cambiamento profondo, portando un modo nuovo di intendere la fede e la operosità verso i deboli, i bisognosi e gli assetati di verità.

suor Paola
suor Paola

Suor Paola, pur essendo stata con noi un anno o poco più, ha anch’essa operato coinvolgendo giovani e meno giovani tanto da far avvertire già la sua mancanza e il suo sorriso coinvolgente.

Ai sentimenti di affetto di stima e di vicinanza che la città di Francavilla ha manifestato per le due sorelle, ha dato testimonianza la lettera di ringraziamento e di saluto che Antonietta Raco ha letto in Chiesa in quella circostanza.

Sono certo che il contenuto di tale lettera è condiviso da tutti coloro che hanno avuto il piacere e l’onore di conoscere ed apprezzare l’opera delle sorelle Laura e Paola.

A seguire il testo integrale della lettera della sig.ra Antonietta Raco:

Antonietta Raco
Antonietta Raco

Carissima suor Laura, sei stata una guida, per tutta la comunità di Francavilla in Sinni. Con il tuo sorriso e la tua dolcezza, sei entrata nei nostri cuori. Per me in particolare, sei stata molto vicina nel percorso della mia malattia, non posso dimenticare quando mi portavi la comunione, ogni giovedì e io ti aspettavo seduta su quel divano con la mia solitudine e pregavo con le trasmissioni di telepadrepio e arrivavi quasi sempre mentre si celebrava la Santa Messa e le persone si comunicavano con la Santa Comunione e noi con loro.

Sono stati momenti che porterò sempre con me.

E quando è successo, che la mia malattia è regredita è con te che camminai salendo per la prima volta, quella salita vicino casa mia, ci fermavamo perché era troppo l’ossigeno che entrava nei miei polmoni e mi dava la sensazione di respirare troppo e mentre salivamo pregavamo la Madonna per quel Dono.

Quanto bene hai fatto nella nostra comunità.

“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo ma quanto amore mettiamo nel dare.” Madre Teresa di Calcutta.

In ognuno di noi, hai lasciato un segno e per questo insieme al nostro Parroco Mons. Don Francesco LACANNA, ti ringraziamo con grande affetto, mentre continuerai il tuo percorso di Misericordia.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi