Il CineClub “Vittorio De Sica” – Cinit, da 25 anni alla Mostra del Cinema di Venezia

Cineclub Vittorio De Sica

Rionero in V. La 78^ Mostra d’Arte cinematografica esordirà al Lido di Venezia il primo settembre (e durerà fino all’11) con una programmazione articolata che spazia su diversi fronti e tante nazionalità, ferme restando le cautelari ristrettezze sanitarie.

Il lavoro svolto dal direttore Alberto Barbera e del suo staff riproduce indicazioni di grande interesse per la cultura, sebbene il momento rimanga globalmente difficile, come fu per la scorsa edizione. “Il cinema, indagato oggettivamente, ci dà informazioni sulle zone d’ombra delle nostre società, che nell’insieme costituiscono il nostro immaginare, il nostro sognare, la nostra affettività”. Lo scriveva il sociologo Edgar Morin, in un lungo sguardo nel divenire di una umanità alle prese con i conflitti e i disagi che si manifestano nei diversi continenti.

Sull’onda lunga dei risultati conseguiti, anche in questa edizione della Mostra, come da venticinque anni, il CineClub “Vittorio De Sica” Cinit di Rionero, mantiene le sue diverse attività di cultura cinematografica, conducendo decine di propri aderenti al Lido di Venezia.

Dall’area del Vulture saranno presenti associati ed appassionati, seguendo a stretto contatto la più prestigiosa ed antica Mostra cinematografica del mondo. Quindi, insieme ad altre decine di cultori e critici provenienti da altre regioni, aderiscono alle proposte del Cinit Cineforum Italiano – presieduto da Massimo Caminiti – mediante apposito accredito culturale. Un lungo percorso che ha visto il De Sica al Lido di Venezia fra i protagonisti e promotori di opere e pubblicazioni nate in seno alle proprie peculiari attività e fermenti.

Armando Lostaglio

Il De Sica, con il suo presidente Armando Lostaglio, parteciperà alla prima del corto “Arika & Neil – La leggenda di Kaira”, prodotto, diretto ed interpretato da Emanuela Del Zompo, patrocinato dall’Associazione sorta contro la violenza di genere e dall’Associazione di Polizia penitenziaria. Il film sarà presentato nello Spazio della Regione Veneto e da Veneto Film Commission, nell’Hotel Excelsior, il 2 settembre .

Le presentazioni saranno coordinate dal Direttore della Fondazione Veneto Film Commission Jacopo Chessa e saranno presentate da Armando Lostaglio (critico cinematografico e moderatore dell’evento), con la regista ed interprete Emanuela Del Zompo, con l’attrice Rosanna Gambone, Rocco Xavi, corrispondente della tv nazionale Rumena. “Tema dell’opera – sottolinea la regista – è la condizione della donna in epoca storica; il film porta sullo schermo Raffaello Sanzio e Francesco Moro. “Ho voluto dedicare questa sceneggiatura – tratta dall’omonimo fumetto La leggenda di Kaira – alla memoria di Loredana Nesci, poliziotto ed avvocato italo-americana, interprete di Legal Diva (ABC USA), morta nel 2015 per femminicidio”.

Il CineClub di Rionero, durante la Mostra, prenderà anche parte a “Storia e identità italiana nel Cinema – Montecatini Terme dal 1926 luogo di eccellenza del Cinema. Con l’introduzione del presidente Marcello Zeppi interverranno anche Laura Villani Direttore Artistico BIO & ARTS; Alessandro Masi Segretario Generale Società Dante Alighieri, Eugenio Ferrari Presidente Assoretipmi, il regista Mario Mariani, il produttore Claudio Bucci, il critico Armando Lostaglio, a moderare Gianluca Arnone della Fondazione Ente Spettacolo.

78^ Mostra del Cinema di Venezia – 2021

Sarà quindi commemorata Raffaella Carrà alla XI edizione del “Sorriso Diverso”: ospiti d’onore il compagno della formidabile Raffaella, Sergio Iapino ed Arianna, su iniziativa di Diego Righini e Paola Tassone. Molteplici le iniziative a compendio della 78^ Mostra di Venezia nel segno dell’arte come evoluzione. Massiccia la presenza del Cinema italiano, non solo in concorso. Per il Leone d’oro concorreranno: È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, Il buco di Michelangelo Frammartino, America Latina, diretto dai fratelli Fabio e Damiano D’Innocenzo, Qui rido io di Mario Martone, Freaks Out di Gabriele Mainetti.

“Il Cinema è magia e talvolta anche pericolo, è sogno che sa tramutarsi anche in incubo, è bellezza scenica e passione civile. Una macchina incontenibile dalla forza mitopoietica senza pari. Impareggiabile entropia dell’anima.”

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi