Lucania delle Meraviglie, Viaggio tra Dimore di Charme e Borghi più belli d’Italia

Satriano di Lucania (Credit foto Carmen Guerriero)

Gli italiani quest’anno dovranno fare i conti con gli esiti avari del post pandemia. Meno risorse ed una paura di contagi che ancora frena i viaggi di lungo percorso, specie nei luoghi a contatto con molte altre persone, come aeroporti e stazioni.

Di converso, però, la voglia di viaggiare non è diminuita. Anzi. Recenti dati statistici su campioni di persone hanno rivelato che la pandemia ha accresciuto la voglia di evasione e di scoperta, ma in modalità di sicurezza ed in località esclusive, lontane dalla “pazza folla” per un soggiorno di totale benessere e tranquillità.

Ecco, allora, il boom di richieste per i piccolo borghi e le località non turistiche che, da nord a sud, si registrano in tutta Italia.

La Basilicata è tra le regioni più richieste. Il motivo? Piccoli borghi di pietra, castelli ricchi di storia, una cucina saporita e semplice della buona tradizione contadina e, per i più esigenti, dimore di charme, per piccole gemme immerse in paesaggi da fiaba, fra boschi, fiumi, monti e leggende.

Satriano di Lucania (Credit foto Carmen Guerriero)

Come in un rinnovato Gran Tour del XVII secolo, l’idea del viaggio assume sempre più il senso della scoperta di vita, come visione e scelta di conoscenza. La storia del turismo moderno si rifà a quei viaggiatori che per formazione ambivano ad arrivare nel sud Italia per apprezzarne da vicino le bellezze storiche ed artistiche.

A nemmeno un paio d’ore di auto da Napoli, Satriano di Lucania in provincia di Potenza in Basilicata, è l’antica Pietrafixa, un singolare borgo medievale noto per il suo straordinario patrimonio artistico di murales che adornano ogni facciata di case e piazze, tant’è che dal 1988 è considerata capitale italiana dei Murales.

Satriano di Lucania (Credit foto Carmen Guerriero)

Sant’Angelo le Fratte, antichissimo sito storico a.C. che deve la sua fama al Vescovo Juan Caramuel Lobkowitz, architetto, astrologo, matematico e filosofo, che qui fondò la prima tipografia del Meridione d’Italia, elaborando la prima tabella di numerazione binaria. Il suo murales campeggia sulle mura della dimora che lo ospitò ai tempi. Ma non è l’unico. Tra i vicoli stretti e tortuosi, sono oltre cento i murales che ricoprono le facciate di case, ristoranti ed edifici, in una spettacolare successione in tecnicolor.

Credit Foto Carmen Guerriero

A breve distanza, Brienza (PZ), a pochi chilometri dai Monti Alburni, nel cuore della Basilicata, è borgo di meraviglie e piccole scoperte, con l’abitato fantasma e l’antico Castello, dall’imponente cinta muraria, in cui si intrecciano storie e leggende di cavalieri e di una dama bianca che ancora oggi, pare vaghi tra le antiche sale…

Credit Foto Carmen Guerriero

Qui, a Brienza, all’ombra del cinquecentesco castello Caracciolo,i viaggiatori più esigenti potranno trovare benessere ed accoglienza a 5 stelle presso La Voce del Fiume, una residenza storica di charme nata dal sogno di una giovane imprenditrice, l’Avv. Rocchina Adobbato (“Premio Thalia 2017 per la cultura dell’ospitalità), orgogliosa della sua terra, della sua gente e dell’amore per il suo borgo, che cura con passione e dedizione, valorizzando ogni dettaglio e accogliendo gli ospiti da impeccabile padrona di casa.

Rocchina Adobbato – La Voce del Fiume – Credit Foto Carmen Guerriero

Oggetti di antiquariato, tessuti pregiati, giardini rigogliosi di piante e fiori profumati, modanature ricercate, terrazzini privati dove rifugiarsi per una colazione od un aperitivo al tramonto, prodotti di eccellenza sono le basi di un soggiorno che realizza il sogno di “coccole” di ognuno di noi. Ma non è tutto.

Credit Foto Carmen Guerriero

Su richiesta, degustazione di vini di note cantine del territorio, come Cantine del Notaio, in abbinamento a prodotti tipici di alta qualità.

Credit Foto Carmen Guerriero

La colazione è semplicemente superlativa, rigorosamente preparata home made e con prodotti locali a km0: il mattino è un tripudio gioioso tra crostate di frutta e di marmellate- pure fatte in casa!, ciambellone al cacao, biscotti della nonna, savoiardi, frullato di frutta fresca, pane fatto in casa con peperoni cruschi, tipici della tradizione di queste terre.

Sasso di Castalda – Ponte alla Luna

A circa 15 minuti di auto da Brienza, Sasso di Castalda, in provincia di Potenza, è un piccolo caratteristico borgo di pietra, molto curato, pieno di palazzi storici, deliziosi balconcini fioriti.

Qui, gli amanti della natura e degli sport estremi potranno godere una straordinaria passeggiata sull’impressionante Ponte alla Luna, una campata unica di 300 metri, realizzata con due ponti tibetani sospesi nel vuoto a 102 metri di altezza dall’alveo del torrente “Fosso Arenazzo” sottostante.
Una Basilicata ricca di sorprese, per un soggiorno di qualità!

Fonte: Bassa Irpinia – Carmen Guerriero Vini, Sapori e Dintorni

La Voce del Fiume – Suite

La Voce Del Fiume

info@lavocedelfiume.it

Tel. +39 0975 38 16 44
Cell. +39 339 229 0630

Vico del Carmine, 7
Brienza (PZ), 85050, Italia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi