Ciccio Salerno a 23 anni dalla sua scomparsa

Il Sen. Francesco Salerno, Ciccio per i suoi tanti amici, é stato un dirigente politico della DC di primo piano non solo nella provincia di Matera ma in tutta la Basilicata.

sen. Ciccio Salerno con Fanfani

Avvocato, pubblicista, direttore della Cassa Mutua Coltivatori Diretti, vice presidente dell’Ente Riforma, consigliere di amministrazione della società meridionale di elettricità e presidente Consorzio Industriale Matera.

Nella DC è stato più volte segretario provinciale e primo segretario regionale nel 1970 quando furono istituite le Regioni, oltre a ricoprire la carica di Sindaco a Pietrapertosa e consigliere comunale e capo-gruppo dc a Montescaglioso, suo paese natale.

sen. Salerno con De Mita

Dal 1972 fino al 1992 è stato senatore della Repubblica e dal 1979 al 1980 sotto-segretario nel governo Cossiga con delega alla cassa per il Mezzogiorno. In Senato ha fatto parte, dando il suo fattivo e concreto contributo, delle commissioni Lavori Pubblici, Agricoltura Lavoro e Previdenza e Finanze e Tesoro.

sen Salerno con Emilio Colombo

Politico concreto, mosso da una grande passione politica, uomo mite, sempre disponibile all’ascolto ed al dialogo, pronto a ricercare la mediazione per la ricerca del bene comune. Apprezzato anche dai suoi avversari politici perché attento a recepire indicazioni e suggerimenti per la crescita delle nostre comunità.

sen. Salerno con E. Mattei

E’ stato per anni un punto di riferimento della politica materana battendosi per lo sviluppo economico e sociale del territorio ad iniziare dalla val Basento, dalla valorizzazione turistica dei Sassi e fece finanziare numerose opere pubbliche di civiltà nelle campagne.

sen Salerno con Emilio Colombo

Salerno è stato anche un profondo uomo di sport prima come dirigente della pallacanestro e poi nel calcio dove dal 1965 per oltre 22 anni ha ricoperto la carica di presidente del Matera portando la squadra dalla serie D fino alla storica promozione in serie B nel 1978.

sen. Ciccio Salerno

Ciccio ha lasciato una traccia indelebile non solo nella politica lucana ma in tutta la comunità regionale che sopravvive ancora oggi a 23 anni dalla sua scomparsa (17 Ottobre 1998).

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi