Alla scoperta di Ripacandida: borgo, versi e sapori

RIPACANDIDA (PZ), comune lucano appartenente al Parco naturale regionale del Vulture, noto come città del vino, dell’olio, del miele e dello zafferano è definito anche la “piccola Assisi” della Basilicata per i pregevoli affreschi di scuola giottesca che decorano le pareti dello splendido santuario di impianto francescano dedicato a San Donato Vescovo, Patrono della cittadina.

Ed è proprio dal Piazzale San Donato che il pomeriggio del 4 Dicembre 2021, alle ore 15, partirà un itinerario turistico voluto fortemente dall’Amministrazione comunale che attraverso questa iniziativa, idea della Consulente Nuovi Turismi Fernanda Ruggiero, esprime la propria volontà di valorizzare Ripacandida con le sue bellezze nascoste ed il suo antico borgo, incrementando così lo sviluppo turistico. L’impegno proseguirà con la formazione di figure professionali dedite alla progettazione e promozione turistica del territorio, attraverso la collaborazione con la Forma.Temp, che finanzia diverse tipologie di formazione gratuita e professionale destinate ai lavoratori in somministrazione.

Il tour prevede l’accoglienza e l’illustrazione storica, religiosa ed artistica da parte di Suor Rosa Di Falco che vi guiderà nel Santuario di San Donato con il suo ciclo di affreschi narranti il Vecchio e Nuovo Testamento e nell’adiacente Giardino storico di San Francesco, dove si possono ammirare un maestoso Pino d’Aleppo e due sequoie, rispettivamente di 500 e di 200 anni circa.

L’itinerario guidato proseguirà tra le strade del borgo, attraverso

suggestivi portali, come quello seicentesco che ritroviamo dinanzi la Chiesa di S. Maria del Sepolcro, dove verrete accolti dal parroco di Ripacandida Don Francesco Consiglio, per poi proseguire verso la Galleria Civica d’Arte moderna e contemporanea, la Cripta e la Tomba di Suor Maria di Gesù, all’interno della Chiesa di San Giuseppe, annessa al Palazzo Baffari-Rossi, ex monastero delle carmelitane scalze, oggi sede della Casa Comunale. Scoprirete, inoltre, il Palazzo baronale della famiglia Lioy, risalente al 1089, oggi B&B.

Il vostro percorso sarà deliziato da una degustazione sensoriale presso l’apicoltura “L’Oro dei Fiori” con la scoperta dei sapori tipici di Ripacandida

Ripacandida tra le sue specialità presenta anche gustose pietanze, come gli strascinati con cime di rapa e peperoni cruschi o come la pizza con baccalà e cruschi.

Infine, alle ore 18:30 nel Santuario di San Donato si terrà lo spettacolo “ALLA SCOPERTA DI DANTE” rappresentato dalla Compagnia teatrale Clan H, dedicato e riservato agli studenti della scuola media dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”, plesso di Ripacandida, voluto dall’Amministrazione comunale e condiviso con il Dirigente scolastico per il suo alto valore culturale ed educativo.

Alle ore 19:30, invece, nella medesima location l’emozionante spettacolo sarà aperto a tutti. Lo spettacolo, tanto magico quanto spirituale, nell’uso dei suoi linguaggi diversi attiva la “CATARSI” nei suoi aspetti più profondi e l’esaltazione dei sistemi di vita e i “valori” delle culture nostre progenitrici. Perché Dante? Nell’anniversario della sua morte, 700 anni dopo, egli è ancora nella nostra vita, consapevolmente o meno. Dante è amore, fede, politica, peccato, redenzione, libero arbitrio, sublime poesia ed è necessario riaffermarne la centralità della sua figura e della sua opera nel panorama scolastico e non solo.

Per partecipare all’itinerario gratuito, con annessa degustazione e spettacolo finale delle 19:30, sarà necessaria la prenotazione. Le prenotazioni saranno limitate ed i posti a sedere dello spettacolo numerati.

Per info e prenotazioni rivolgersi a Roberta D’Alfonso, Consulente di turismo culturale e green, al numero 346 811 5010 anche tramite WhatsApp.

Il tutto avverrà in conformità a quanto prescritto dai vigenti provvedimenti legislativi, fra cui in particolare il decreto legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla Legge 17 giugno 2021, n. 87, con le modifiche apportate dal decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, con l’obbligo di green pass per i partecipanti, al fine di attivare le misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del COVID-19.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi