S. Paolo Albanese: 6 dicembre – Seminario di studio sui temi e sulle attività che riguardano la vita nelle aree protette

“I trent’anni della legge quadro sulle aree protette n. 394/1991”

L’obiettivo è un rinnovato impegno a favore delle aree protette

Programma dei lavori

San Paolo Albanese

Ore 9:30 – Accoglienza e Registrazione

 

Ore 10:00 – Saluti

Mosè Antonio Troiano – Sindaco di San Paolo Albanese

Domenico Pappaterra – Presidente del Parco Nazionale del Pollino

Cristina Potenza – Comandante Reparto Carabinieri Parco Pollino

Sante Copponi – Prefetto della Provincia di Matera

Ore 10:30

1a Sessione – Approfondimenti

Mosè Antonio Troiano

Relazione introduttiva

Mosè Antonio Troiano – Sindaco di San Paolo Albanese

 

Relazioni

Coordina e modera i lavori Salvatore Verde – Giornalista

  • Franco Tassi – Centro Parchi Internazionale, già Direttore del Parco Nazionale d’Abruzzo:

“La storia dei Parchi Naturali”

  • Enzo Valbonesi – Esperto Aree Protette, già Presidente del Parco delle Foreste Casentinesi e della Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve naturali:

“Il Sistema Nazionale delle Aree Protette al servizio della sostenibilità economica, sociale, ambientale”

  • Francesco Ripullone – Professore di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali, presso l’Università della Basilicata:

“I boschi del Pollino resistenti ai cambiamenti climatici”

  • Andrea Gennai – Responsabile Servizio Pianificazione e Gestione delle Risorse presso Parco Nazionale Foreste Casentinesi e Parco Nazionale d’Abruzzo, Professore di “Strategie di gestione delle aree protette” presso l’Università di Pisa, Collaboratore scientifico di Rai3:

“La conoscenza, l’interpretazione naturalistica, la divulgazione scientifica nella fruizione consapevole delle risorse nei Parchi”

PAUSA PRANZO

Ore 15:00

2a Sessione: Esperienze a confronto

Relazione introduttiva

  • Ferdinando Mirizzi – Professore di Antropologia culturale e di Storia delle tradizioni popolari presso l’Università della Basilicata:

“Politiche di sviluppo, biodiversità culturale, patrimonio immateriale”

Testimonianze

Coordina e modera i lavori Sergio Gallo, Dirigente Area Comunicazione ALSIA

  • Aniello Crescenzi – Direttore ALSIA Basilicata:

“La tutela e la valorizzazione della biodiversità agroalimentare a protezione del territorio rurale

  • Egidio Salamone – Responsabile EVRA Italia:

“La filiera delle erbe officinali una grande risorsa naturale e culturale nel territorio di un Parco

  • Andrea Vacchiano – Coordinatore Associazione Guide Parco Nazionale del Pollino:

“Il ruolo della guida ufficiale ed esclusiva di un’Area Protetta

  • Rita Salvatore – Sociologa dell’ambiente e del territorio, presso l’Università di Teramo:

“Ecoturismo e sviluppo compatibile in area protetta: strategie di gestione”

Ore 17:00 – Pausa

Ore 17:30

3a Sessione: Dibattito

Annibale Formica

Coordina e modera i lavori Annibale Formica

Sintesi delle due sessioni precedenti

 

Interventi

Domenico Pappaterra – Presidente del Parco Nazionale del Pollino

Gianni Rosa – Assessore Regionale all’Ambiente della Basilicata

Andrea Bernardo – Presidente ANCI Basilicata e Sindaco di Colobraro

Domenico Totaro – Presidente Italia Nostra Area sud Basilicata

Arnaldo Lomuti – Senatore della Repubblica

Pasquale Dragonetti – Delegato F.A.I. (Fondo Ambiente Italia) Basilicata

Saverio De Bonis – Senatore della Repubblica

Vito De Filippo – Deputato della Repubblica

Vito De Filippo

Ore 19:30

Conclusioni

Dalila Nesci – Sottosegretaria del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale

 

Ore 20:00

Mozione

Le radicali trasformazioni avvenute nei trent’anni consigliano una riflessione “a più voci” sui temi dell’ambiente, della natura, della cultura, della società, dei modi d’uso delle risorse, della loro sostenibilità e degli strumenti di governo degli ecosistemi.

È un trentennale, quello della legge quadro sulle aree protette, che ricade in un momento estremamente difficile, infatti, della condizione ecologica, nella quale l’umanità si trova a vivere per effetto di diverse problematiche:

  • Crisi ambientale
  • Cambiamenti climatici
  • Erosione della biodiversità, in particolare della biodiversità agroalimentare
  • Gravi conseguenze della epidemia da Covid-19
  • Annose condizioni di sofferenza delle aree interne povere e disagiate

L’ambizione è quella di riuscire a far partire, da San Paolo Albanese, nelle aree protette una nuova stagione di iniziative di conservazione, di tutela, di valorizzazione e di fruizione del patrimonio naturale e culturale, della biodiversità, del paesaggio identitario, del territorio rurale, delle pratiche agricole tradizionali esistenti, degli insediamenti umani e delle antiche culture di riferimento, dei beni etno-demo-antropologici, dei giacimenti di risorse storico-artistiche, paleontologiche, archeologiche.

 

Il Sindaco

Dott. Mosè Antonio Troiano

 

COME RAGGIUNGERCI

…………

L’evento può essere seguito in diretta streaming sui seguenti canali:

La Siritide ZR SEB TV Comune di San Paolo Albanese

L’ingresso sarà consentito esclusivamente ai possessori di Green Pass nel rispetto delle norme anti Covid-19.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi