Senza nome

 

Flora Febbraio
Flora Febbraio

Ti fai largo tra la folla per conquistar la rampa.

Non hai trolley con te

Ti spinge il marinaio:

– Verso il basso devi andare!-

Ti avvii, sorridi e felice pensi:- Il primo passo è fatto!-

Pregusti la speranza. Ora la stiva è piena.

Poi scatta il catenaccio, neanche più ti sposti.

Penombra quanto basta per conoscere il bottino e,

delle tue illusioni, ti scopri prigioniero.

Più tardi tutti in giostra.

Fermato dalla Guardia di finanza di Crotone un veliero con a bordo 137 clandestiniChe caldo, che sconquasso! – Chi è che schiaccia?! –

Un’altra giravolta, ti trovi a testa in giù.

Sono urla, son pianti. – Chi schiaccia? –

Neanche un colpo batti, stipato e ben pressato.

Paura…Terrore…Panico…

Soffochi sommerso da altri come te.

Futuro più non c’è.

Tra pianti e sgomenti, impotente, lentamente ti spegni.

Termina qui il tuo agognato andare

Nigeriano, Somalo o Siriano?

Ignoto, nel mare riposerai.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi