Cinghiali e problematiche connesse

I cinghiali nel secolo scorso si erano quasi definitivamente estinti, solo grazie al ripopolamento effettuato per soddisfare la richiesta dei cacciatori, adesso la loro presenza è aumentata a dismisura creando un grave disagio alle persone ed ingenti danni all’agricoltura.

I raccolti dei contadini sono continuamente minacciati dalla loro invadenza, in quanto, distruggono ogni tipo di coltura, come sostiene la Coldiretti, causano più di cento milioni di Euro di danni ogni anno.

Altro aspetto, forse il più importante, è rappresentato dai numerosi incidenti stradali che causano quotidianamente. In Abruzzo, in Toscana, in due diversi incidenti due giovani vite sono state stroncate.

In Sicilia un anziano signore, per proteggere il proprio cane, è stato ammazzato da un cinghiale. Sembra un bollettino di guerra quello a cui si assiste in questi ultimi anni.

Anche nei nostri paesi continuamente vengono avvistati, ormai ovunque, nelle periferie e nei centri urbani, numerosi sono coloro che se li trovano davanti alle porte di casa.

Mentre prima il fenomeno poteva essere tollerato, oggi ha assunto proporzioni insostenibili, pare che la Basilicata sia tra le regioni che detengano un numero maggiore di esemplari (123.000) su una popolazione di poco più di cinquecentomila abitanti.

Se non si prenderanno seri provvedimenti, a breve, l’uomo sarà costretto ad abbandonare questi luoghi perché la convivenza con questo animale gli renderà la vita impossibile.

La presa di coscienza di questo problema, va data alla dr.ssa Maria Giovanna Barletta, veterinaria di Senise, fondatrice dell’”Associazione VITAS” che, giovedì 16 febbraio c.a. alle ore 19,00, nell’ex sala consiliare del comune di Senise, vicino la Chiesa di San Francesco, terrà un incontro per sensibilizzare e discutere tale fenomeno; sono invitati tutti a prendere parte a questo incontro-dibattito, nessuno escluso, in quanto ognuno di noi deve sentirsi responsabile e coinvolto da questo fenomeno.

Sarebbe opportuno prevenire incidenti di ogni tipo, ed è attraverso la partecipazione a questo genere di incontri, che possiamo far sentire la nostra voce ed incidere in maniera massiccia sulle autorità competenti, affinché possano attivarsi e risolvere il problema, solo così possiamo prevenire inutili e dannose conseguenze.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi